Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Premariacco

La Regione boccia il progetto di una nuova discarica nel cividalese: esultano i cittadini

La Gesteco aveva presentato un progetto per una nuova discarica nella cava sul confine tra Cividale e Premariacco: gli uffici della Regione hanno bloccato l'iter

Flavio Gabrielcig, Direttore del Servizio Disciplina Gestione Rifiuti e siti inquinati della Direzione Centrale dell'ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile della Regione Fvg, ha bocciato il progetto presentato dalla ditta Gesteco Spa per una nuova discarica di 300.00 mc in località Murà, sul confine tra i comuni di cividale del Friuli e Premariacco.
"L'area oggetto di intervento ricade all'interno del perimetro del programma "Firmano Pulita 2000" approvato con Decreto della Giunta Regionale n. 3909 del 17-12-1999, la quale al punto 1 prescrive il DIVIETO di realizzare o di ampliamento di cave e discariche": queste le motivazioni del non accoglimento del nuovo progetto da parte degli uffici regionali. La conseguenza della decisione è che in tale sito si può solamente completare le attività di scavo e ripristino finale. La Gesteco, ora, avrà 10 giorni di tempo per chiedere alla Regione Fvg chiarimenti in merito al rifiuto, dopo di che si procederà all'approvazione del provvedimento.

A parte la ditta in questione, nessun altro la voleva questa nuova discarica da 300mila metri cubi in località Murà, nel comune di Cividale del Friuli a confine con il Comune di Premariacco. A inizio marzo era stata anche lanciata una petizione per comunicare il "totale disaccordo con la realizzazione di tale discarica in quanto il sito che presenta notevoli valori paesaggistici e ambientali (vista la presenza del S.I.C Magredi di Firmano e l’attiguità con il centro di Cividale del Friuli città UNESCO) è stato distrutto dalla presenza di notevoli aree destinate a tale funzione e non intendono acconsentire alla realizzazione di altri siti del genere".

Per i firmatari della petizione la discarica "genererebbe una realtà nociva alla vita nelle località di Firmano e Premariacco essendo soggetti a venti dominati almeno al 50% del anno solare da nord/est che porteranno gli odori derivanti dal deposito di tali rifiuti direttamente su questi centri. Sappiamo inoltre che nella stessa area noi cittadini abbiamo pagato già molto in passato da errori commessi su tale argomento, (vedi discarica ASPICA) inquinamento falde e conseguente bonifica a responsabilità pubblica di siti inquinati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione boccia il progetto di una nuova discarica nel cividalese: esultano i cittadini

UdineToday è in caricamento