menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Nord: gli insegnanti del FVG i migliori d'Italia, basta con le graduatorie nazionali

La Lega Nord in Regione torna con un'interrogazione sul tema delle nomine scolatiche. Stop alle corsie preferenziali per i precari provenienti dal Sud Italia e creazione di graduatorie regionali con il limite di 5 anni di permanenza nelle nostre province prima dell'assunzione in ruolo

Iniziare l’anno scolastico tra scioperi, disagi e assenze dei docenti è pazzesco. Quanti, tra i professori che mancano, sono friulani? E quanti arrivano da altre latitudini, e si allungano regolarmente le vacanze?”. Così Barbara Zilli, consigliere regionale della Lega Nord, nell’annunciare un’interrogazione alla giunta regionale. Zilli spiega: “E’ ammissibile che, alle medie e alle superiori, manchi ancora un professore su 10? È logico che siano gli studenti a pagare sulla propria pelle la mancanza di organizzazione?”.

Ancora Zilli: “Questa situazione ci deve indurre a riflettere sull’intero comparto. Il Friuli Venezia Giulia esprime, statistiche alla mano, la classe docente più preparata e brillante del Paese. Molti giovani attendono una cattedra, e la meriterebbero per professionalità e serietà. Eppure, come noto, le graduatorie nazionali creano corsie preferenziali per i colleghi del Sud. Servirebbero graduatorie regionali, che finalmente premierebbero il merito.  Il nostro caso è un paradosso: abbiamo gli insegnanti migliori, ma dobbiamo importarli da fuori. Inoltre, i docenti in arrivo da fuori, spesso si prendono qualche licenza, soprattutto in concomitanza con ponti o periodi di vacanza.  Periodicamente, poi, ci viene propinata qualche storiella strappalacrime sui precari eroi che risalgono lungo lo Stivale per sbarcare il lunario: sono sicura che tanti friulani, senza finti eroismi, sarebbero disponibilissimi a occupare, da subito, le cattedre oggi vacanti”.

Chiude Zilli: “Chiederemo alla giunta di attivarsi presso il governo per sostituire gli attuali graduatorie con elenchi regionali. Chiederemo, altresì, di ristabilire i 5 anni di permanenza nella provincia di prima nomina in ruolo : chi si iscrive in provincia di Caserta, non può scalare le graduatorie in provincia di Udine, grazie a punteggi gonfiati ad arte”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento