menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il referendum per la chiusura al traffico non si fa e la minoranza si mobilita

Dopo la bocciatura dell'election day da parte di Fontanini, l'opposizione fa squadra e presenta una modifica al regolamento comunale

Alla minoranza proprio non va giù che il referendum sulle auto in centro non si possa fare in concomitanza con altre tornate elettorali

La proposta di modifica del regolamento

I consiglieri comunali di minoranza hanno proposto una modifica al regolamento comunale che disciplina i referendum comunali consultivi approvata dal Consiglio. La richiesta arriva a margine della bocciatura dell’amministrazione della proposta di election day che doveva prevedere, oltre il voto per le europee, anche il referendum proposto dal Comitato Autostoppisti. All’articolo 7, comma 7,viene chiesto di sostituire le parole “una domenica dei mesi di giugno” con le parole “una domenica compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno” in aderenza alla legge regionale n. 19/13 che disciplina lo svolgimento delle elezioni comunali.

I sottoscriventi

La minoranza vorrebbe inserire la richiesta nell’ordine del giorno della prima commissione consiliare utile. I firmatari sono i consiglieri del Pd Alessandro Venanzi e Pierenrico Scalettaris, insieme a Federico Pirone di Progetto Innovare, Lorenzo Patti della civica Siamo Udine oltre a Enrico Bertossi della lista Prima Udine.

La raccolta firme

Era andata ottimamente la raccolta firme per la chiusura al centro di Udine alle auto, visto che il Comitato Autostoppisti ne aveva raccolte in pochi giorni ben 3317, a cui si dovevano sommare le 163 già depoistate in occasione della presentazione del quesito elettorale, arrivando dunque ad un totale di 3480 sottoscrizioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento