menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine di Tobruk

Un'immagine di Tobruk

Rapito in Libia un tecnico di una società di costruzioni friulana

Si tratta di un ingegnere veneziano, dipendente della 'Ravanelli' di Venzone. L'uomo è scomparso a Tobruk, nella regione della Cirenaica, nella parte orientale della Libia verso i confini con l'Egitto

L'ingenere veneziano Gianluca Salviato, che lavora per la società di costruzioni 'Enrico Ravanelli' di Venzone, è stato rapito vicino a Tobruk, nel nord-est della Libia, non molto distante dal confine con l'Egitto. L'uomo soffre di diabete e non avrebbe con sé il kit di insulina, lasciato nella sua auto trovata nei pressi della città africana. La Farnesina segue con il massimo impegno la situazione, in stretto contatto con l'ambasciata e l'unità di crisi.

L'azienda per cui Salviato opera è impegnata nella zona per delle opere di urbanizzazione . Per ragioni di sicurezza, nel 2011, tecnici e operai della stessa ditta erano fuggiti dal cantiere, attivo dala metà del 2010, e si erano rifugiati in Egitto. A costringerli a lasciare il posto erano stati i disordini esplosi nella regione. Soltanto nel 2012 i dipendenti hanno potuto riprendere i lavori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento