Attore della "Nico Pepe" mette in scena un suicidio: è in pericolo di vita

Si tratta del 27enne Raphael Schumacher, da poco diplomatosi nell'accademia udinese. L'episodio si è verificato a Pisa. Secondo la Polizia è molto probabile che si tratti in realtà di un gesto volontario. La madre:«mio figlio era sereno, escludo che abbia tentato di uccidersi mentre era in scena»

Raphael Schumache e una parte del cinema/teatro "Lux" di Pisa

Si trova in condizioni disperate Raphael Schumacher - 27enne originario della provincia di Como e diplomatosi da pochi mesi alla "Nico Pepe" di Udine -, che la notte di sabato, durante una rappresentazione al Cinema Teatro Lux di Pisa, aveva messo in scena un suicidio. Sei scene con attori non professionisti, persone che si erano presentate nella struttura di Piazza Santa Caterina per recitare in una rappresentazione di teatro collettivo dal titolo 'Miraggi'. In una di queste scene, ambientata nel giardino esterno, Schumacher aveva legato una corda ad un albero di fico per simulare, ma tutto è in corso di accertamento, una impiccagione. È stata una spettatrice, neolaureata in Medicina, ad accorgersi che qualcosa non andava e a chiamare subito il 118. Quando i sanitari sono arrivati sul posto le condizioni del ragazzo erano tragiche, ed è stato trasportato in ospedale, dove si trova ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione. Ha riportato frattura delle vertebre del collo oltre ad essere rimasto per diversi minuti senza ossigeno.

“UN GESTO VOLONTARIO”. Secondo quanto accertato dalla Questura pisana è molto probabile che si tratti in realtà di un gesto volontario. Per gli inquirenti il ragazzo ha voluto mettere in scena la sua morte, anche se resta comunque in piedi l'ipotesi di un incidente. Per fare chiarezza proseguono le indagini. Domenica il pm Giancarlo Dominijanni, che coordina le indagini, ha effettuato un sopralluogo al Teatro Lux per stabilire se fossero o meno osservate le norme sulla sicurezza, mentre intanto la struttura è stata posta sotto sequestro. 

LA MADRE. «Mio figlio era sereno e dunque escludo che abbia tentato di uccidersi mentre era in scena». Sono le parole della madre di Schumacher, che aveva recentemente perso il padre. «Mi piacerebbe incontrare la ragazza che lo ha salvato, vorrei ringraziarla per la sua prontezza». Dunque per la donna, che domenica mattina si è precipitata all'ospedale Cisanello dove il ragazzo è stato ricoverato in condizioni disperate, esclude che il figlio abbia intenzionalmente deciso di togliersi la vita, ma sarebbe stato vittima di un tragico incidente. Domenica il pm Giancarlo Dominijanni, che coordina le indagini, ha effettuato un sopralluogo al Teatro Lux per stabilire se fossero o meno osservate le norme sulla sicurezza, mentre intanto la struttura è stata posta sotto sequestro. 

(PisaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I locali udinesi da "birra e panino": ecco la nostra selezione

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Muore a soli 43 anni un ispettore capo della Polizia locale

Torna su
UdineToday è in caricamento