Si perdono dopo la "Festa dell'amicizia", trovati a notte fonda nel bosco

Un gruppo di sei ragazzi tra i 18 e i 20 anni è stato soccorso nel Tarvisiano

Foto dal blog www.diarioinviaggio.it

Sei giovani del Tarvisiano, tra i 18 e i 20 anni d'età, si sono persi nella notte rientrando dal Monte Forno dalla Festa dell'Amicizia, annuale ricorrenza che sancisce i buoni rapporti tra Friuli, Carinzia e Slovenia. È così partita una richiesta al Soccorso alpino. L'intervento, coordinato dalla stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e speleologico assieme alla Guardia di Finanza di Sella Nevea, è stato originato dopo la chiamata arrivata in stazione intorno alle 22 tramite il centro di Polizia di Thörl Maglern, attivato dal Nue112 austriaco.

La vicenda

I ragazzi avevano parcheggiato le auto a Poscolle di Fusine ed erano andati alla festa. Al rientro hanno cercato di seguire lo stesso percorso dell'andata, ma sono stati traditi dal dedalo di piste forestali che si incrociano nell'area e hanno perso l'orientamento, percorrendo circa una decina di chilometri e abbassandosi molto verso il confine tra Austria e Italia. Consapevoli di aver perso l'orientamento i giovani hanno cercato per diverse ore una via d'uscita e nel contempo tentato di agganciare telefonicamente la rete telefonica, qui completamente assente. Quando il contatto, seppur difficoltoso e debole, è avvenuto anche con i soccorritori di Cave del Predil si è riusciti a rilevare i numeri di cellulare di tutti i ragazzi per tentare di restringere l'area di ricerca tramite il servizio Sms Locator.

I soccorsi

Ai ragazzi è stato detto di non muoversi più dal punto in cui erano riusciti ad agganciare la cella, un tratto di bosco ripido alle pendici del monte. Con i dati di Sms Locator due squadre di soccorritori con quindici tecnici sono partite in ricerca da due posizioni differenti. I ragazzi sono stati individuati e raggiunti intorno all'una e mezza, non senza difficoltà, dopo il primo contatto a voce. Erano tutti in buone condizioni anche se stanchi e infreddoliti. Sono stati riaccompagnati fuori dal tratto impervio sulla strada forestale e poi di qui con i mezzi di soccorso alle proprie auto. L'intervento si è concluso introno alle tre del mattino. Fondamentale nella riuscita dell'intervento il supporto della tecnologia e la collaborazione dei ragazzi, che hanno rispettato alla lettera il consiglio di non muoversi dal punto in cui erano stati individuati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento