Cronaca

Sei ragazzi con disabilità vivranno da soli: trovata una casa per la loro indipendenza

Sono sei soci della cooperativa sociale Hattiva Lab: da tempo cercavano una casa dove vivere durante la settimana e finalmente l'hanno trovata

Si chiama inclusione e dervia da un termine matematico che descrive la relazione fra due insiemi quando ogni elemento di un insieme fa parte dell'altro. Si chiama inclusione e non integrazione, perché quest'ultima prevede che gli elementi si sfiorino senza però, appunto, non essere mai realmente in contatto.

È questo il senso del progetto che vede sei ragazzi con disabilità intellettiva vivere finalmente da soli.
I ragazzi della cooperativa sociale udinese Hattiva Lab cercavano in affitto una casetta inutilizzata a Udine per sperimentare l’esperienza del vivere da soli al di fuori della propria rete familiare durante il fine settimana. E i sei ragazzi con disabilità, utenti della cooperativa, l’hanno finalmente trovata, e da questo weekend stanno provando la gioia dell’indipendenza.

«Un bellissimo progetto di autonomia grazie al quale i ragazzi, con la supervisione di due educatori, vivranno come i “grandi” – spiega la presidente della onlus, Paola Benini -. Abbiamo trovato una casa indipendente con tre camere da letto e due bagni a Udine, in una zona servita e provvista di servizi e negozi. Ringraziamo chi ce la ha data in affitto, ha fatto anche una buona azione e un grande regalo alle persone che ne usufruiranno: la riempiremo di cura e di vita!».

Entusiasti i ragazzi, che hanno fatto un sopralluogo la scorsa settimana prima di effettuare il trasloco. Essendo un progetto sperimentale, finanziato dalla Regione Fvg e dalla Fondazione Friuli, per il momento solo per un anno, il contratto di affitto sarà necessariamente breve, «salvo che l’iniziativa non sia così bella e importante - auspica Benini - da essere nuovamente sovvenzionata».

Chi è Hattiva Lab

Hattiva Lab è una cooperativa sociale di Udine che si occupa di servizi socio-educativi, socio-sanitari e assistenziali nell’area delle disabilità e dei minori con Bes (bisogni educativi speciali). Dal 2005 sviluppa progetti innovativi che nascono dall’incontro tra i problemi delle famiglie, le proprie competenze e la volontà di operare per perseguire le migliori condizioni di vita possibili per le persone di cui si occupa. Attualmente gestisce servizi diurni per persone con disabilità; servizi informativi e di orientamento quali il Centro InfoHandicap (www.infohandicap.org), il Centro Ausili Dislessia, lo Sportello Amministratore di Sostegno; attività post-scolastiche specialistiche (doposcuola e interventi individualizzati) e di rinforzo delle abilità carenti (lettoscrittura, calcolo, problem solving, memoria e attenzione) per bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali; attività di prevenzione e formazione nelle scuole. Lo staff è composto da circa 25 Tutor dell'apprendimento specializzati nella didattica per bambini con Bisogni Educativi Speciali, 10 educatori operanti nell’area disabilità, formatrici, psicologhe e pedagogiste, ed è supportato da personale amministrativo e di direzione. Nella presa in carico dei bambini e ragazzi con BES, Hattiva Lab collabora stabilmente con una logopedista, una psicomotricista e una terapista occupazionale. Nel 2017 Hattiva Lab si è occupata di 75 persone con disabilità, circa 350 bambini con bisogni educativi speciali ed eroga più di 600 consulenze gratuite ogni anno grazie a propri sportelli di orientamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei ragazzi con disabilità vivranno da soli: trovata una casa per la loro indipendenza

UdineToday è in caricamento