menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza morta nei bagni della stazione, sentito ancora il fidanzato

Il ragazzo conferma la versione dei fatti data in precedenza. L'autopsia accerterebbe l'overdose

Gli investigatori hanno ascoltato nuovamente, in qualità di persona informata sui fatti, il fidanzato della studentessa friulana di 16 anni morta mercoledì scorso all'interno di un bagno della stazione ferroviaria di Udine. 

I fatti

Secondo quanto si è appreso l'adolescente avrebbe confermato la prima versione dei fatti: dopo essersi chiusi nei servizi hanno assunto lo stupefacente. L'adolescente si è assopito e, ripresosi, ha trovato la giovane addormentata. A quel punto ha tentato di risvegliarla, senza però riuscirci.

La reazione della scuola: oggi gli "Stati generali" contro la droga

A caccia del pusher

Il minore è stato riascoltato anche alla presenza del pubblico ministero, Andrea Gondolo, che ha aperto un fascicolo per cessione di stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto a carico di ignoti, per individuare il fornitore della sostanza.

Overdose

Gli esami autoptici confermerebbero la morte per overdose. Riscontri più approfonditi sono attesi dagli esami tossicologici. La minorenne sarebbe morta dopo aver assunto una dose di eroina gialla, una varietà della droga che si sta diffondendo da tempo nel  nostro territorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento