Ferita con un'arma da fuoco vicino al campo nomadi una 41enne

La donna, che non è in pericolo di vita, è ricoverata al Santa Maria della Misericordia

Il campo nomadi (immagine d'archivio)

«Un gran rumore e un forte  calore al fianco». Così ha descritto il suo ferimento con arma da fuoco, all’altezza del bacino, una 41enne di etnia rom. La donna, presentatasi al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia stamattina assieme al marito, sostiene di aver ricevuto il colpo nei pressi del sottopassaggio di viale Vat, che conduce poi in via Monte Sei Busi. Il proiettile l'ha solo ferita di striscio.

Accertamenti

In zona, come sanno gli udinesi, c’è il campo nomadi ed è lì che la ferita risiede. I medici l’hanno visitata e ricoverata nel reparto di ortopedia. La prognosi è di 30 giorni. Non è in pericolo di vita. Immediatamente sono scattati gli accertamenti da parte degli uomini della Questura, che si sono presentati sul posto per i rilievi e gli approfondimenti del caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento