Ferita con un'arma da fuoco vicino al campo nomadi una 41enne

La donna, che non è in pericolo di vita, è ricoverata al Santa Maria della Misericordia

Il campo nomadi (immagine d'archivio)

«Un gran rumore e un forte  calore al fianco». Così ha descritto il suo ferimento con arma da fuoco, all’altezza del bacino, una 41enne di etnia rom. La donna, presentatasi al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia stamattina assieme al marito, sostiene di aver ricevuto il colpo nei pressi del sottopassaggio di viale Vat, che conduce poi in via Monte Sei Busi. Il proiettile l'ha solo ferita di striscio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accertamenti

In zona, come sanno gli udinesi, c’è il campo nomadi ed è lì che la ferita risiede. I medici l’hanno visitata e ricoverata nel reparto di ortopedia. La prognosi è di 30 giorni. Non è in pericolo di vita. Immediatamente sono scattati gli accertamenti da parte degli uomini della Questura, che si sono presentati sul posto per i rilievi e gli approfondimenti del caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Coronavirus: cala il numero dei contagi, due nuovi decessi

Torna su
UdineToday è in caricamento