Radio e tv a tutto volume, per farle abbassare arrivano carabinieri, pompieri e 118

Situazione anomala, con una 42enne denunciata per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità

Radio e televisione accese a tutto volume - arrecando disturbo ai vicini -, insulti ai carabinieri e comportamenti giudicati dagli uomini dell'Arma "anomali". La storia riguarda una 42enne di nazionalità romena, denunciata per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità dai carabinieri della stazione di Majano.

La situazione di disagio, registrata in comune di Tavagnacco, era stata segnalata da alcuni dirimpettai della donna. Sul posto si sono presentati così i militari che, dopo aver provato a suonare il campanello senza ottenere risposte, hanno dovuto far intervenire i vigili del fuoco per scardinare la porta. Una volta effettuato l'intervento è comparsa la donna, in apparente stato psico-fisico alterato, che si è prodigata in insulti e offese, rifiutando di dire chi fosse. Sono stati contattati così anche i sanitari del 118, che dopo averla visitata non hanno riscontrato nessuna patologia. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Ristoranti con il migliore servizio di sala d'Italia? In provincia di Udine ce ne sono ben tre

Torna su
UdineToday è in caricamento