Circolo danneggiato dal maltempo: il grande cuore degli udinesi lo fa rivivere

A fine agosto la tromba d’aria che aveva colpito Udine aveva fatto cadere 4 alberi nel giardino del circolo Cas'Aupa: il palco e sul chiosco esterno sono stati danneggiati come l’impianto elettrico. In 500 hanno aderito alla raccolta fondi per aiutare il circolo a coprire i danni

Uno degli alberi caduti nel giardino del circolo Cas'Aupa

Che i friulani siano un popolo generoso e caparbio è fuori discussione: di fronte alle difficoltà non si tirano (quasi) mai indietro. Ecco dunque che non deve sorprendere se la raccolta fondi lanciata dal circolo Cas'Aupa a seguito della tromba d'aria che si è abbattuta su Udine a fine agosto, facendo moltissimi danni, sia andata più che a buon fine. 

La tromba d'aria abbatte gli alberi del giardino di Cas'Aupa:oltre 10mila euro di danni

Un anno sfortunato

A rincarare la dose di questo 2020 già molto complicato c’è stato anche il maltempo che ha colpito diverse zone d’Italia compreso il Friuli Venezia Giulia durante l’estate: a fare i maggiori danni è stata la tromba d’aria che si è abbattuta anche su Udine a fine agosto. 
Ad essere duramente colpito anche il Circolo Cas’Aupa in via Val d’Aupa, dove sono caduti quattro alberi facendo un danno stimato intorno ai 10mila euro: un grande albero che si trovava nel giardino è stato completamente sradicato dalla furia del vento, trascinando con sé altre piante. In totale, gli alberi caduti sono 4: il primo a cadere è stato un grande pino di 40 anni, che si è abbattuto su un acero di 25 metri e un pioppo nero. Il grande pino di trenta metri è finito sopra il chiosco di legno, che è stato smontato, inoltre l'impianto elettrico, che era stato rifatto appena due anni fa, è stato seriamente danneggiato. 

I danni

Per il circolo il danno è stato ingente, anche perché le attività, sospese causa Covid, erano riprese da poco più di un mese, con l'edizione del Social Garden, che stava regalando molta soddisfazione agli utenti: i mancati introiti per la sospensione delle attività culturali sono stati un ulteriore danno a carico del circolo.

La risposta degli udinesi

Eppure… eppure gli udinesi hanno reagito in maniera sorprendente all’appello dei soci di Cas’Aupa, che hanno lanciato una campagna di crowdfunding per coprire i danni. In pochissimi giorni la quota dei 10mila euro non solo è stata raggiunta, ma anche superata: circa 500 donatori hanno raccolto quasi 11mila euro. 

Siamo esterrefatti e commossi dal numero di persone e dalla velocità con cui queste si sono attivate per aiutare la nostra rassegna estiva. Dall’1 settembre abbiamo lavorato incessantemente per ripulire e ricostruire il nostro giardino, con l’obiettivo di chiudere almeno una serata anche come ringraziamento ai tanti che ci hanno voluto dare una mano”, commentano i soci di Cas’Aupa che inseriranno su casaupa.org gli aggiornamenti su come verranno impiegati i soldi: chiosco e palco nuovi saranno ripristinati  a primavera per evitare che vengano danneggiati dall’eventuale maltempo invernale.

soci cas'aupa-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una festa per tutti

Per questo, e non potendo riprendere le attività del Social Garden, nel circolo di via Val d’Aupa andrà in scena un’unica grande festa. Venerdì 25 settembre, dalle 19, si svolgerà il concerto di Marco Giudici, già conosciuto come bassista di Any Other, produttore per Generic Animal e Rareș e col progetto solista Halfalib. Il suo lavoro di esordio “Stupide cose” è considerato di grande importanza per essere un delicato disco dal pop ricercato mescolato col nu jazz.
Il concerto sarà un modo per ringraziare tutti quelli che hanno donato e che sono stati vicini al circolo in un momento di grande difficoltà, testimoniando l’importanza di luoghi di aggregazione e di spettacoli dal vivo in città.
L’ingresso sarà libero con prenotazione obbligatoria nel rispetto delle norme anti-covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Coronavirus: nuovo picco di contagi, con 220 positivi in un giorno e una persona deceduta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento