Cronaca

Sospensione centro estivo comunale, poca comunicazione e attenzione ai bambini: la rabbia delle mamme

Comunicazione con le famiglie inefficace e poco chiara su quanto accaduto e bambini passati da un educatore all'altro come pacchi postali. E' il commento di alcune mamme in merito alla revoca dell’appalto per i centri estivi di quattro scuole

"Venerdì 13 agosto a noi genitori di bambini frequentanti il centro estivo comunale è arrivata una breve e- mail per comunicarci la sospensione del servizio per il giorno 16 per cause indipendenti dalla volontà del Comune. Apprendiamo dai giornali che il servizio è stato sospeso perché la cooperativa cui era stato affidato è stata dapprima diffidata e poi sospesa perché ad alcuni educatori mancavano dei titoli, e che da martedì 17 agosto sarebbe subentrata un’altra cooperativa".

Comincia così il commento di alcune mamme dopo la sospensione inaspettata del servizio di centro estivo e l'improvviso cambio gestione.

La comunicazione

"La decisione è stata presa a nostro avviso con una scarsa attenzione ai fruitori finali del servizio: bambini dai 3 ai 6 anni. Bambini che sono cittadini con diritti come tutti noi e quindi degni di rispetto, che si legano al personale educativo con il quale avevano costruito un rapporto di fiducia e instaurato relazioni. - proseguno le mamme nel commento - Ancora più grave è il fatto che la comunicazione con le famiglie è stata assolutamente insufficiente".

"Sarebbe stata gradita ed opportuna una spiegazione su quanto era successo e sulle novità che ci attendevano il giorno 17 dal momento che, se non fosse stato per le notizie apprese online nella serata di lunedì, martedì mattina ci saremmo trovati a dover lasciare i nostri figli e figlie a degli operatori completamente nuovi senza alcun preavviso. Sono bambini di 3-6 anni, non pacchi da scaricare, e le famiglie hanno pagato per un servizio e meritano tutt’altra considerazione".

La richiesta

"Nulla da eccepire sul personale tutto nuovo che abbiamo trovato martedì mattina, siamo certi che stiano facendo tutto il possibile per gestire dall’oggi al domani un centro estivo - concludono  Senza entrare nel merito della vicenda amministrativa, sulla quale ci auspichiamo verrà fatta chiarezza quanto prima, rimaniamo in attesa di una scusa e un’assunzione di responsabilità da parte di sindaco e assessori competenti, che non posso rimanere in silenzio di fronte all’ennesima e grave mancanza di attenzione ai loro cittadini più piccoli e le loro famiglie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospensione centro estivo comunale, poca comunicazione e attenzione ai bambini: la rabbia delle mamme

UdineToday è in caricamento