Lignano, pochi giorni per compilare il questionario sul piano del traffico

Proposto dall'Amministrazione comunale a residenti e turisti, sarà utile per proporre idee sulla nuova viabilità del territorio balneare

Tutti coloro che fossero ancora interessati (residenti, lavoratori e turisti) a dare il proprio contributo con proposte e idee in merito al Piano del Traffico possono ancora compilare il questionario (tradotto anche in inglese e tedesco) collegandosi al sito www.lignano.org fino al 15 settembre 2015. Suggerimenti e proposte serviranno allo studio incaricato per predisporre una bozza di progetto che verrà sottoposta ad ampio confronto prima dell'adozione da parte del Consiglio Comunale.

A invitare residenti e turisti a partecipare è l’assessore all'urbanistica Paolo Ciubej che, sottolinea l'importanza del contributo che tutti possono fornire in questa fase, esponendo attraverso le risposte al questionario, esperienze dirette sulle problematiche della mobilità e del traffico di Lignano. 

“A Lignano il problema “traffico veicolare” si fa spesso sentire - sottolinea l'assessore Ciubej - , o per gli spostamenti di massa che determinano l’intasamento della viabilità principale o per lo scarso spazio dedicato a pedoni e ciclisti. Al giorno d’oggi, con le conoscenze e le potenzialità che abbiamo a disposizione come società (informazioni sui danni dell’inquinamento sulla salute pubblica, possibilità di condividere l’auto, tecnologie smart, bike sharing, mezzi pubblici ecologici…) l’auto privata dovrebbe essere intesa solo come mezzo con il quale si arriva e si riparte da Lignano, mentre le esigenze di spostamento interno dovrebbero essere garantite da mezzi pubblici, magari non inquinanti, da ciclomotori, magari non rumorosi, e soprattutto da biciclette e pedonalità".

Da ciò discende che, se si condividono queste priorità, e se si vuole dare una svolta “più a misura d’uomo” al traffico urbano Lignanese, sarà necessario un grosso sforzo da parte di ciascuno (amministratori, operatori, cittadini e utenti) per superare il conservatorismo e gli interessi individuali o i cosiddetti “diritti acquisiti”.

“Potrà succedere - ha proseguito l’assessore -  che l’attuazione del Piano Urbano del Traffico significhi ampliare le Zone a Traffico Limitato (ZTL), richieda il completamento e la messa in sicurezza dell'anello delle piste ciclabili, confortati anche dal grande consenso ottenuto dall'apertura della ciclopedonale GeTur, la valutazione di quali e quante strade possano essere trasformate in sensi unici per garantire una maggiore sicurezza o per trasformare alcune corsie in piste ciclabili. L'approvazione del PUT può significare per Lignano soprattutto un salto di qualità del proprio prodotto turistico quindi, per raggiungere questo obiettivo, sarà necessaria una grande sinergia tra pubblico e privato, dove ognuno degli attori si dovrà assumere le proprie responsabilità: condizione indispensabile per guardare con fiducia al rilancio della nostra economia turistica”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento