menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punti nascita: a Palmanova un nuovo record, 9 nati in 12 ore

Un centro d'eccellenza in regione. Sono quasi 600 i bambini dati alla luce nell'ospedale della città stellata. Basso anche il numero di cesarei, pari al 17 per cento del totale

Con un picco di 9 nati in 12 ore tra le 8 e le 20 del 13 settembre, il punto nascita dell'ospedale di Palmanova ha segnato un altro record. Al 31 agosto 2013 i nati di Palmanova erano 550 (+23 rispetto al 2012) ma già al 15 settembre, complice il picco del giorno 13 erano arrivati a 596. Si confermano inoltre altri dati importanti quali il basso tasso di cesarei (17.1%) e l'alto ricorso alla partoanalgesia applicata finora sul 26% delle pazienti giunte a partorire nel nosocomio palmarino. Il trend attuale prevede per la fine del 2013, almeno 826 nati, mantenendo così la media degli ultimi anni di circa 900 parti all'anno. Palmanova si prepara inoltre ad incrementare i servizi avendo attivato un percorso formativo presso il Centro di Simulazione Avanzata Materno-Neonatale della Scuola Europea in Analgesia e Anestesia Ostetrica, diretto dal professor Giorgio Capogna con sede a Roma, che ha lo scopo di accrescere la sicurezza della mamma e del bambino attraverso simulazioni mediche realistiche ed un mix di strumenti didattici per ottimizzare l'interazione tra le persone, la tecnologia e l'organizzazione delle cure mediche.

Nell'ottica di dare sempre maggior sicurezza nel percorso nascita, una equipe di Palmanova, formata da due anestesisti, un medico ginecologo e una ostetrica diventeranno  istruttori  di corsi di simulazione di  emergenza ostetrica, competenze  che  questa equipe in seguito potrà estendere non solo nell' ambito aziendale ma anche su tutto il territorio regionale

"Sono numeri e iniziative importanti - commenta il sindaco Francesco Martines - che dimostrano l'eccellenza di questo punto nascita che continua ad essere scelto dalle neo mamme di tutta la bassa friulana e non solo. Ricordo infatti che a Palmanova giungono partorienti anche dal cividalese, manzanese, codroipese, isontino, sangiorgino".  Considerazioni che Martines ha rimarcato anche durante la riunione della giunta regionale a Palmanova, sottolineando la centralità della città anche per la presenza della sede dell'Azienda sanitaria 5, della Protezione Civile regionale, dell'Arpa.

Dal 2005 al 2009 i numeri dei nati in regione è aumentato dell’11,4%; nello stesso periodo i parti a Palmanova hanno registrato un incremento del 22%. Se si considera il periodo fino al 2011, a fronte di una media regionale fortemente negativa (- 264 parti dal 2005 al 2011), Palmanova registra ancora una crescita (+111 parti). I motivi di questo andamento vanno ricercati nelle performance sanitarie. "Mi auguro - chiosa Martines - che l'assessore Telesca impegnata nella nuova riforma della geografia ospedaliera tenga conto di queste eccellenze come del fatto che già 17 comuni hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per il mantenimento del punto nascita di Palmanova. Se dei sacrifci devono essere fatti, questi non devono andare a danno delle strutture migliori, togliendo servizi di alta qualità ai cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento