menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Garantire il lavoro nella scuola agli insegnanti nati e vissuti qui"

L'assessore provinciale Barberio contro il sistema della graduatorie scolastiche: "Gli insegnanti precari si vedranno togliere il ruolo da numerosi docenti meridionali che, in alcuni casi solo un paio di mesi fa, hanno chiesto il trasferimento nelle graduatorie delle province settentrionali, forti di un punteggio stratosferico conseguito chissà come"

L'immissione in ruolo di circa 30 mila docenti al Nord è, secondo la Provincia di Udine, "l'ennesima 'presa per i fondelli' degli insegnanti precari delle regioni settentrionali". Lo sostiene in una nota diffusa dall'ente pubblico l'assessore provinciale al lavoro, Leonardo Barberio.

"Gli insegnanti precari - dice Barberio- si vedranno togliere di mano il ruolo da numerosi docenti meridionali che, in alcuni casi solo un paio di mesi fa, hanno chiesto il trasferimento nelle graduatorie delle province settentrionali, forti di un punteggio stratosferico conseguito chissà come". Barberio chiede che "ci si attivi per impedire questa ingiustizia e per giungere al più presto alle graduatorie regionali che nella nostra regione garantiscano il diritto al lavoro a chi è nato e vissuto qui, a chi da anni lavora sul territorio a contatto con gli studenti. Spero che il mio appello non rimanga inascoltato dalla Giunta Serracchiani, che dovrebbe cogliere quest'occasione per dimostrare di non voler tutelare esclusivamente chi viene da fuori regione e gli immigrati come sta facendo il Governo romano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento