menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Madre e figlia nel giro della prostituzione derubano un cliente

L'episodio si è verificato la scorsa notte a Trieste. Le due donne frequentavano anche Udine, visto che lo scorso mese di marzo erano state destinatarie di un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal Prefetto del capoluogo friulano. Il malcapitato era stato alleggerito di 250 euro

Agivano ormai su Trieste nel giro della prostituzione, ma in passato si erano date da fare anche a Udine, dove lo scorso marzo si erano viste come destinatarie di  un decreto di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal Prefetto. Si tratta di due bulgare, madre e figlia, denunciate la scorsa notte nel capoluogo giuliano, la prima per favoreggiamento e la seconda per furto. 

I FATTI. La figlia, appartatasi con un cliente in un vano scale di uno stabile in centro città, durante un atto sessuale, è riuscita a rubare all’uomo 250 euro in banconote dal portafogli, ma il derubato si è accorto del furto. A quel punto la ragazza è scappata: la vittima così l'ha ricorsa, ha telefonato al 113 e l’ha vista fermarsi un attimo con un’altra donna (che poi è risultata essere la madre) per poi entrare nell'affittacamere dove le due donne dimorano. Sul posto è giunto nel frattempo il personale della Squadra Volante, che ha ricostruito l’episodio e identificato tutti i protagonisti. Nella tasca del giubbino della madre sono state trovate le banconote rubate all’uomo - che gli sono state restituite -, mentre nella stanza delle due bulgare sono stati rinvenuti 1,68 grammi di hashish successivamente sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento