menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasti insufficienti e freddi: continuano le lamentele sulle mense scolastiche di Udine

La capogruppo del M5S in consiglio comunale a Udine, Rosaria Capozzi, ha chiesto un intervento urgente della commissione cultura e istruzione

Dopo le criticità emerse nei mesi scorsi, continuano le lamentele riferite alla situazione delle mense scolastiche a Udine. Sotto la lente dei genitori e dei rappresentanti sono soprattutto le quantità, giudicate insufficienti, e la mancanza di diete speciali nei menù proposti nelle scuole. 

Le criticità delle mense scolastiche udinesi

A tenere viva l'attenzione è Rosaria Capozzo, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio comunale a Udine. «Mi vedo costretta a intervenire nuovamente per evidenziare che a tutt’oggi non ho notato miglioramenti significativi nel servizio mensa, come testimoniato dalle lamentele di molti genitori: le portate continuano a essere ridotte, i primi o secondi mancanti, piatti quasi freddi».

Le critiche

«La situazione è davvero critica, tanto che in alcune scuole cittadine pare si disdegni a tal punto la qualità del cibo servito da optare per quello portato da casa. Per questo motivo ho chiesto, come prima firmataria, la convocazione della commissione cultura e istruzione, insieme all'opposizione tutta, con cui si è condiviso un percorso che ci vede schierati insieme per il bene dei bambini e che, sottoscrivendo la mia richiesta, ritiene con me che debba mettersi un punto su una situazione che si procrastina da tempo e che evidenzia la forte incapacità, da parte di questa amministrazione, di gestire efficacemente un servizio così delicato, a maggior ragione a seguito dell'impegno assunto dalla Presidente dalla commissione, prof. ssa Elisabetta Marioni, a far sì che i problemi legati alle mense terminassero entro il 31 gennaio».

La richiesta

La Capozzi conclude chiedendo un intervento dell'amministrazione comunale. «Reputo che il Comune di Udine, attraverso il competente ufficio, debba pronunciarsi in maniera netta contro le responsabilità del gestore del servizio mensa, non possiamo tollerare che le famiglie abbiano pagato per un servizio deficitario e che questo, oltretutto, crei un danno d’immagine al Comune. Chiediamo interventi concreti, perché stiamo parlando dei nostri figli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento