menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Pronto Soccorso di Udine saturo di pazienti Covid, chiesta l'accoglienza dei nuovi casi in altre strutture

Ad affermarlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Ussai. Precisa inoltre che la richiesta è motivata non solo dalla saturazione della terapia intensiva ma di tutte le strutture del presidio hub di Udine

Il Pronto soccorso dell'ospedale di Udine chiede di non accogliere più i pazienti Covid e di portarli
nelle altre strutture dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (Asufc)".

Lo afferma in una nota il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Ussai, aggiungendo che si stratta di "una richiesta motivata dalla saturazione di tutte le strutture del presidio hub di Udine, comprese le postazioni per pazienti ventilati Covid".

Le difficoltà

"Non possiamo che esprimere grande preoccupazione - commenta l'esponente penstastellato - per questa situazione, considerato che anche gli altri ospedali sono in difficoltà e si trovano con i rispettivi Pronto soccorso ormai pieni".

"Il problema - conclude Ussai - non riguarda solo le terapie intensive, ma un territorio ancora da rinforzare e che non riesce a fare da filtro, arginando gli accessi al Pronto soccorso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento