Grande guerra, a Cividale un progetto finanziato dalla Regione

Elaborato dal Comune Ducale, ha come obiettivo la conoscenza dei fatti storici della prima Guerra Mondiale e la promozione della cultura della pace tra i giovani. Numerose le iniziative

La Regione ha reso nota la graduatoria dei progetti attinenti alla Prima guerra mondiale dalla quale si evince che l’elaborato del Comune di Cividale del Friuli è uno dei dieci progetti finanziati su 82 richieste ammesse.

Il progetto era stato presentato a fine maggio sul bando che la Regione ha promosso per incentivare le iniziative nell’anno delle celebrazioni del Centenario del primo conflitto bellico.

"I tre punti fermi del progetto, che si realizzerà fra l’autunno del 2014 e la primavera del 2015 - spiega il sindaco Stefano Balloch - sono ampliare la conoscenza sui fatti storici della Prima Guerra Mondiale, scoprire i luoghi della guerra tramite varie iniziative culturali e rafforzare nei giovani la cultura della pace". 
Con il contributo regionale di 70.000 euro, oltre ad una compartecipazione del comune stesso, sarà realizzata a cura della Somsi una grande mostra documentaria che, dopo una prima istallazione in un'unica sede (Chiesa di Santa Maria dei Battuti), sarà divisa in cinque sezioni che rimarranno esposte per il successivo triennio in cinque luoghi-simbolo, permettendo una connessione con la comunità cividalese e il territorio circostante.

Un altro mezzo di comunicazione e divulgazione della Pace sarà la musica: l’Associazione musicale Sergio Gaggia con l’iniziativa dal titolo “Peace! Pau Casals - un musicista ed il suo impegno sociale” omaggerà, con una mostra e con una serie di concerti, il violoncellista e compositore catalano Pau Casals (1876-1973). La United States Medal of Freedom (1963), la United Nations Peace Medal (1971) e la doppia candidatura (1956 e 1958) al premio Nobel della Pace, sono solo alcuni dei riconoscimenti ottenuti per la sua instancabile opera sensibilizzatrice.

Anche il Coro Alpino Monte Nero canterà la Pace, promuovendo l’antica abilità del canto con l’iniziativa “Addio mia bella addio” ,  musica e canti dei soldati nelle trincee. Sarà poi organizzata la  serata di dibattito sulle cause che portarono al primo conflitto mondiale e le cause delle attuali guerre sul nostro pianeta. Interverranno Toni Capuozzo e Guido Fulvio Aviani
L’Associazione Culturale Novecento realizzerà una mostra sulla grande guerra nei locali dell’ex Stazione ferroviaria di Cividale con la creazione di una trincea all’aperto a grandezza naturale e una riproduzione della ferrovia Cividale-Caporetto. Alcune delle iniziative saranno realizzate anche nei territori dei Comuni di Moimacco, Torreano, Prepotto e San Pietro al Natisone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Niente mini zone rosse, Fedriga fa dietro front: si ai tamponi per tutti

  • Coronavirus, cala il numero dei tamponi ma sale la percentuale di contagiati in Fvg

Torna su
UdineToday è in caricamento