menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in calo per il Procuratore: «La crisi fa diminuire i reati predatori»

Proprio a causa del periodo di difficoltà numerosi sono invece casi di truffe ai danni delle assicurazioni, con la denuncia di finti incidenti stradali o con l'amplificazione delle conseguenze di sinistri realmente avvenuti

«La crisi economica crea una modifica della composizione dei reati» che ogni giorno vengono denunciati. Lo sostiene il Procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo, aggiungendo di aver notato una «tendenziale riduzione del numero di reati predatori ed economici. Penso sia ragionevole pensare che il calo sia figlio della crisi economica».

Nel frattempo il magistrato registra - secondo quanto riporta l’Ansa - una «recrudescenza di denunce per appropriazione indebita o truffa che in realtà camuffano insolvenze di natura civilistica. Segno che evidentemente anche chi deve riscuotere le somme di denaro non ha i soldi per rivolgersi a un avvocato e intentare una causa civile». Figli della crisi sembrano essere anche i numerosi casi di truffe ai danni delle assicurazioni, con la denuncia di finti incidenti stradali o con l'amplificazione delle conseguenze di sinistri realmente avvenuti, che si registrano anche a Udine.

«Penso sia un segno anche questo della crisi economica, un tentativo di racimolare in qualche modo del denaro. Non sempre, comunque, c’è una corrispondenza tra i reati commessi e quelli denunciati. Sarà nostra cura - conclude il Procuratore - verificare se ci sono delle sacche di impunità. Poiché i soldi sono spesso il movente degli illeciti, cercheremo di capire se ci sono dei circuiti di denaro illecito che non siamo ancora riusciti a scoprire».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento