rotate-mobile
Cronaca

Processo Ugo Rossi, sentiti i teste della difesa: «era pacifico e ghandiano»

In aula sono stati sentiti l'agente della Volante Massimo Ambrosino, Lorenzo Gentile, Brunella Carlini e Sara Alfenore. A tre giorni dal Natale invece verrà sentito l'agente di polizia Persico e si arriverà al verdetto

La prossima udienza nel processo che vede imputato l'udinese Ugo Rossi, consigliere no vax nel Comune di Trieste, è stata fissata il 22 dicembre alle ore 15 e quel giorno si dovrebbe andare a sentenza. Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 24 novembre, sono stati ascoltati i testimoni chiamati in tribunale proprio dalla difesa. In ordine, il giudice Camillo Poilucci ha ascoltato l'agente della Squadra Volante Massimo Ambrosino e gli amici di Rossi, Lorenzo Gentile e la sua compagna, Brunella Carlini e Sara Alfenore. I testimoni hanno preso le difese del trentenne no vax imputato per resistenza, oltraggio ed aggressione a pubblico ufficiale. 

Senza mascherina

Anche questa volta l'ingegnere friulano ha presentato un certificato medico per non indossare la mascherina in aula. Poilucci l'ha considerato non idoneo e l'ha invitato ad indossarlo.

Le testimonianze

«Non stava facendo niente di male - queste le parole di Lorenzo Gentile durante la sua testimonianza - era pacifico e ghandiano. Gli sono saltati sopra due volte in sette. Una cosa inaudita. I carabinieri hanno fatto finta di cadere a terra, hanno fatto una sceneggiata». Così la prima testimonianza. «Era bloccato, non riusciva a respirare ed era bianco come uno straccio. È come se avessi visto mio figlio», queste invece le parole della Carlini.  Anche lo stesso Rossi ha testimoniato: «Un carabiniere voleva entrare nella mia diretta per farmi commettere reato» così il leader no vax che ha sostenuto il fatto che il maresciallo «quando ho dichiarato le mie generalità ha fatto finta di non sentire, ho puntato il megafono verso l’alto, non nella sua direzione. Ha simulato la rottura di un timpano». Il 22 dicembre verrà ascoltato l'agente Persico, assieme ad Ambrosino nell'equipaggio della Squadra Volante giunto sul posto il giorno dei fatti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ugo Rossi, sentiti i teste della difesa: «era pacifico e ghandiano»

UdineToday è in caricamento