Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Dopo l'arresto in posta, il candidato sindaco Ugo Rossi a processo per direttissima

Il no vax candidato sindaco di Trieste, ora ai domiciliari per essere venuto alle mani con due carabinieri di fronte all'ufficio postale, in giudizio questa mattina

Il giudizio per direttissima a carico di Ugo Rossi questa mattina, giovedì 23 settembre, alle 8.15 nell'aula del Tribunale di Trieste. Il candidato sindaco del movimento 3V è comparso in giudizio dopo che nella giornata di martedì è stato arrestato davanti ad un ufficio postale per resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e lesioni aggravate. Attualmente si trova ai domiciliari.
Il fatto si è verificato intorno a mezzogiorno di martedì nel rione di San Giovanni a Trieste, dove una candidata del suo movimento aveva rifiutato di indossare la mascherine. Sul posto sono subito intervenute le forze dell'ordine e lo stesso Rossi, circostanza che ha fatto pensare ad una messa in scena. Ipotesi questa smentita dal suo legale, Pierumberto Starace, che ha affermato che Rossi era già nelle vicinanze con tanto di megafono perchè avrebbe dovuto distribuire dei volanti con la donna. Rossi si sarebbe rifiutato di fornire i suoi documenti alle forze dell'ordine opponendo resistenza. A seguito del duro confronto, due carabinieri sono rimasti feriti e sono stati trasportati all'ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'arresto in posta, il candidato sindaco Ugo Rossi a processo per direttissima

UdineToday è in caricamento