Furti in sequenza alle "casette dell'acqua", arrestato un 42enne

L'uomo è stato intercettato dai carabinieri dopo l'ultima delle sue operazioni in serie. Nei giorni scorsi aveva anche tentato di rapinare una sala scommesse di Codroipo

Stava rubando nella “casetta dell’acqua” di Bertiolo, quando è stato notato dal alcuni passanti che hanno avvertito il 112. È grazie a questa segnalazione che i militari della Stazione di Campoformido hanno potuto arrestare un cittadino italiano 42enne, resosi responsabile di due furti nella nottata nonché di una tentata rapina ed ulteriori due furti nei giorni scorsi.

Le pattuglie arrivate sul posto sono riuscite a rintracciare il soggetto che, dopo aver commesso il furto, si era dato alla fuga alla guida di un’auto. Le indagini hanno consentito di accertare che l’uomo si era altresì responsabile anche di furti analoghi ai danni di casette dell’acqua a  Gradisca di Sedegliano e Mereto di Tomba, di una tentata rapina commessa nella notte tra il 31 agosto ed il 1 settembre scorsi ai danni di una sala scommesse di  Codroipo - gestita da un cittadino di nazionalità cinese - e del furto su un furgone di una ditta di Codroipo nella notte tra il 29 ed il 30 agosto scorsi.

La perquisizione effettuata dai militari a carico dell’uomo ha consentito di rinvenire e sequestrare i materiali in foto. Il 42enne è stato condotto al Carcere di Udine a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono incorso ulteriori approfondimenti sulle sue “attività”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento