Cronaca Lignano Sabbiadoro

Premio Hemingway a Dacia Maraini, sul palco di Lignano premiato anche Carlo Verdone

Oltre a Dacia Maraini, i riconoscimenti sono stati assegnati anche a Franco Fontana, Premio Hemingway per la fotografia, allo scienziato Stefano Mancuso, Premio per l'avventura del pensiero e al regista Carlo Verdone premiato nella sezione Testimone del nostro tempo

"La longevità e il successo che in questi anni il Premio Hemingway continua a riscuotere presso il pubblico testimonia l'importanza di aver legato il nome del grande scrittore statunitense ad un riconoscimento letterario che si svolge in un luogo da lui frequentato e che gli piacque particolarmente". 

Lo ha affermato l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli alla cerimonia di premiazione della 37^ edizione del Premio Hemingway promosso dal Comune di Lignano Sabbiadoro con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, attraverso la collaborazione con Fondazione Pordenonelegge. 

"Anche in questa edizione - ha commentato Gibelli - vengono premiate personalità di grande valore per la vita culturale e sociale del nostro paese, come Dacia Maraini: la scrittrice ha ben descritto nelle sue opere la vita dei centri di provincia della Sicilia e questo ci lega a ricordi comuni perché la provincia e la sua vita sociale degli anni Cinquanta e Sessanta avevano ben poche distinzioni di latitudine. Maraini ha raccontato storie di persone e di luoghi, con la capacità di farceli vedere e di farci sentire anche i profumi: quelli del gelsomino mi fanno pensare a Bagheria ogni volta che, in questa stagione, mi avvolgono nelle stradine strette del mio borgo pedemontano", ha osservato Gibelli. 

I riconoscimenti

Oltre a Dacia Maraini, vincitrice del premio per la letteratura consegnato dall'assessore Gibelli, protagonisti della serata di gala organizzata nell'Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro in un talk e condotta dal presidente del Centro per il libro e la lettura Marino Sinibaldi, sono stati l'artista Franco Fontana, Premio Hemingway per la fotografia, lo scienziato Stefano Mancuso, Premio per l'avventura del pensiero e il regista Carlo Verdone premiato nella sezione Testimone del nostro tempo. Con loro sul palco il presidente di giuria del premio, Alberto Garlini, il direttore artistico di Pordenonelegge Gian Mario Villalta e lo storico dell'arte Italo Zannier. 

Mail17Tx001601-4

L'evento

L'evento si è svolto quest'anno nell'imminenza del sessantesimo anniversario dalla morte di Ernest Hemingway; l'autore di capolavori come "Il vecchio e il mare" e "Per chi suona la campana" si spense infatti il 2 luglio 1961.  "Due anni fa - ha ricordato Gibelli - il Premio è stato l'ultimo appuntamento culturale a cui ho preso parte a Lignano con voi ed è molto bello riprendere questa sera, nel nome di Hemingway. In questi mesi le nostre associazioni culturali sono state sostenute finanziariamente e moralmente, invitate a resistere con pazienza e tenacia e ad osare: oggi abbiamo la serena consapevolezza che nessuno è rimasto indietro e assistiamo alla presentazione di numerosissimi eventi".  Alla serata sono intervenuti il sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto, il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin e il sottosegretario di Stato al Ministero della transizione ecologica Vannia Gava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Hemingway a Dacia Maraini, sul palco di Lignano premiato anche Carlo Verdone

UdineToday è in caricamento