Cronaca

Salvò un malato di Alzheimer a piedi sulla A23, premiato un operatore autostradale

La Polizia stradale premia un friulano "eroe per la sicurezza". Bepi Piussi del Tronco, operatore di Autostrade per l'Italia, salvò un malato di Alzheimer che, disorientato e confuso, vagava a piedi in contromano.

La premiazione di Bepi Piussi

Autostrade per l’Italia anche quest’anno premia l’impegno per la sicurezza stradale grazie all’iniziativa Eroi della Sicurezza, nell’ambito della partnership con il Giro d’Italia.

Un friulano tra i premiati

Nell’edizione 2020, ASPI consegna un premio a 14 ufficiali della Polizia Stradale, con cui quotidianamente lavora in stretta collaborazione per garantire la sicurezza degli utenti in viaggio sulle autostrade. La Polizia Stradale contestualmente assegna un riconoscimento a 10 operatori di Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro, mettendo a disposizione competenze e impegno, ben oltre le proprie mansioni.

Alla partenza della tappa di oggi, Conegliano-Valdobbiadene, la Polizia Stradale consegna un riconoscimento al forte impegno manifestato nel proprio lavoro a Bepi Piussi del Tronco di Udine di Autostrade per l’Italia, per aver prontamente soccorso un uomo malato di Alzheimer che, disperso, percorreva a piedi l’A23.

L'episodio

Nel pomeriggio dello scorso 10 maggio, l’operatore di esercizio è stato allertato della presenza di un pedone in carreggiata da parte del centro operativo di Autostrade per l’Italia. Bepi Piussi si è quindi diretto prontamente sul luogo della segnalazione, iniziando a percorrere con il mezzo di servizio la galleria Tarvisio.

Al suo interno ha identificato un signore di età avanzata, disorientato e in evidente stato confusionale che, a piedi, vagava sulla corsia di sorpasso in contromano.

Capito immediatamente il pericolo e colto lo stato dell’interlocutore, parlandogli con calma ed empatia, è riuscito così a convincerlo a salire sul mezzo di servizio. Una volta portato in salvo, è riuscito a risalire ai familiari e con loro a ricostruire il percorso che aveva portato l’uomo malato di Alzheimer in autostrada.

Nella mattinata si era allontanato da casa senza più farvi ritorno ed erano in corso le ricerche anche da parte delle forze dell’ordine.

Bepi Piussi ha poi accompagnato il signore alla prima stazione, dove lo attendevano suoi cari per riportarlo a casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvò un malato di Alzheimer a piedi sulla A23, premiato un operatore autostradale

UdineToday è in caricamento