rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
edilizia scolastica / Palmanova / Piazza XX Settembre

Tre milioni di euro e tremila metri quadrati dedicati ai più piccoli

In piazza XX Settembre a Palmanova sorgerà un complesso che comprenderà una struttura all'avanguardia con un nido e una scuola dell’infanzia. Attorno un'area verde dedicata di 2000 metri quadrati

Un'operazione urbanista di ampio respiro. Il Comune di Palmanova si è aggiudicato la somma di tre milioni di euro per la realizzazione di un nuovo polo per l’infanzia grazie ai fondi Pnrr. La nuova struttura  comprenderà un nido da 40 posti e una scuola dell’infanzia per tre sezioni per oltre mille mila metri quadrati di spazio per i bambini. Un complesso che avrà anche un grande spazio verde di oltre duemila mila metri quadrati, completamente interno alla struttura, in un contesto protetto. Il polo sorgerà infatti in piazza XX Settembre, in un’area centrale della città, circondato da un polmone verde e da un parco giochi.

Il nuovo polo

Il complesso scolastico sarà realizzato con tecnologie all’avanguardia, con un altissimo grado di efficienza energetica, una particolare attenzione agli impianti di riscaldamento e depurazione dell’aria, un’accurata scelta di materiali e una concezione degli spazi interni che rispecchi le esigenze delle varie fasce d’età.

asilo2

Una struttura accogliente e versatile, con pareti scorrevoli che permettano di modulare gli spazi a seconda delle esigenze delle maestre e dei bambini, con grandi vetrate e sale polivalenti, una cucina all’avanguardia, saloni per i giochi, sale nanna, uffici, servizi e lavanderia, aree ricreative e un anfiteatro nel parco.

Da un punto di vista urbanistico

Un’operazione che avrà anche una grande valenza urbanistica in quanto andrà a completare il quarto della piazzetta di Sestriere della viabilità secentesca veneziana, ridando all’area la configurazione originale. L’area, di proprietà comunale e indicata nel Piano regolatore comunale come idonea per i servizi scolastici, sorge infatti accanto al parco giochi della casa dell’Acqua di 4 mila metri quadrati, in un contesto che vedrà un forte sviluppo di servizi grazie anche alla nuova stazione del trasporto pubblico locale, la riqualificazione del percorso ciclo-pedonale della strada delle Milizie e la valorizzazione della ex caserma Filzi e della Torre Piezometrica. 

Le dichiarazioni

“Siamo molto soddisfatti per aver ottenuto questo finanziamento, ci permetterà di ampliare l’offerta scolastica e di servizi per la città e per il territorio limitrofo. Verranno migliorati gli spazi esistenti con strutture innovative che rispondano perfettamente alle moderne esigenze di educazione e di crescita dei bambini” così commenta il sindaco Giuseppe Tellini.

“Attraverso la straordinaria possibilità dei fondi Pnrr, abbiamo saputo cogliere l’opportunità di riqualificare un’area pubblica centrale della città attraverso finanziamenti certi e cospicui. Nello stesso tempo avremo modo di dare un servizio migliore ai cittadini”, aggiunge l’assessore all’Urbanistica Luca Piani.

“Ora la sfida da vincere è il rispetto dei tempi stringenti imposti dall’Europa per la progettazione esecutiva del complesso, che vede la scadenza a maggio del 2023”, commenta il vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici Francesco Martines. “Fondamentale sarà il supporto tecnico degli uffici comunali che hanno già raccolto questa difficile sfida con dedizione e grande professionalità, per arrivare alla scadenza del 2026 con l’opera conclusa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre milioni di euro e tremila metri quadrati dedicati ai più piccoli

UdineToday è in caricamento