menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il polo chimico di Torviscosa

Il polo chimico di Torviscosa

Polo chimico di Torviscosa, i sindacati vogliono fare chiarezza

Le rappresentanze della maggiori sigle sindacali hanno chiesto un incontro alle istituzioni e ai rappresentanti di Bracco e Bertolini Spa. E' necessario capire quali saranno le tempistiche per il nuovo impianto soda-cloro

Dopo la positiva evoluzione positiva relativa alla “macroarea 7” nel Polo chimico di Torviscosa, le Segreterie provinciali di Udine di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uilcem-Uil (Roberto Di Lenardo, Augusto Salvador, Antonino Mauro) hanno richiesto formalmente un incontro all’assessore regionale Fvg al lavoro, Angela Brandi, all’assessore regionale Fvg all’industria, Federica Seganti, al Friulia Spa Fvg, al Gruppo Bracco Spa e al Gruppo Bertolini Spa.

“Dopo la costituzione di una nuova Società di scopo che si è impegnata a realizzare il nuovo impianto di soda-cloro con le più avanzate tecnologie a disposizione, e dopo la dichiarata disponibilità da parte della finanziaria regionale ‘Friulia Spa’ a contribuire fattivamente al rilancio del Polo chimico di Torviscosa, è necessario un urgente incontro per una verifica sulle tempistiche e per discutere relativamente a eventuali ostacoli che ritardano l’avvio della realizzazione del nuovo impianto”.

“Questo stato di incertezza, infatti, crea forte preoccupazione nelle maestranze oggi occupate ma ancor più tra gli 80 lavoratori ancora in cigs con la scadenza incombente al 14 settembre 2012. Timori che si sommano alle forti incertezze sui possibili nuovi ammortizzatori sociali da poter utilizzare. Riteniamo che questa lunga vertenza, iniziata più di tre anni fa, possa trovare una positiva definizione, diradando la tensione che si è venuta a creare a causa della dilatazione dei tempi di realizzazione del nuovo impianto cloro-soda e contribuendo altresì a rilanciare, in un momento difficile per il nostro territorio, il polo industriale-tecnologico in un settore, quello chimico, che può garantire nuova e stabile occupazione”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento