Poliziotto della stradale ai domiciliari: truffava auto e camion stranieri

L'agente, secondo l'accusa, maggiorava sanzioni imposte nei confronti degli automobilisti e dei camionisti che fermava per gli ordinari controlli. La tecnica sarebbe stata replicata più volte dall'inzio dell'anno

Un agente della polizia stradale, in forza alla sezione di Palmanova, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa aggravata e continuata, ai danni di automobilisti e camionisti stranieri. 

L’uomo, quando era in servizio, contestava illeciti amministrativi, faceva pagare un importo maggiore rispetto a quello riportato sul verbale. Ha replicato la tecnica più volte dall'inizio dell'anno, ai danni di ignari utenti delle tratte autostradali della bassa friulana. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ stato interrogato oggi dal Gip del Tribunale di Udine, davanti a cui ha reso dichiarazioni confessorie. L'ordinanza è stata eseguita da personale della Polizia stradale di Gorizia e della Squadra Mobile della Questura di Udine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

Torna su
UdineToday è in caricamento