Poliziotto della stradale ai domiciliari: truffava auto e camion stranieri

L'agente, secondo l'accusa, maggiorava sanzioni imposte nei confronti degli automobilisti e dei camionisti che fermava per gli ordinari controlli. La tecnica sarebbe stata replicata più volte dall'inzio dell'anno

Un agente della polizia stradale, in forza alla sezione di Palmanova, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa aggravata e continuata, ai danni di automobilisti e camionisti stranieri. 

L’uomo, quando era in servizio, contestava illeciti amministrativi, faceva pagare un importo maggiore rispetto a quello riportato sul verbale. Ha replicato la tecnica più volte dall'inizio dell'anno, ai danni di ignari utenti delle tratte autostradali della bassa friulana. 

E’ stato interrogato oggi dal Gip del Tribunale di Udine, davanti a cui ha reso dichiarazioni confessorie. L'ordinanza è stata eseguita da personale della Polizia stradale di Gorizia e della Squadra Mobile della Questura di Udine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Locale da incubo invaso dai topi e dai loro escrementi

  • Il Malignani rischia la chiusura: scuola, Comune e sindacato uniti per evitarlo

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

Torna su
UdineToday è in caricamento