Cronaca Centro / Piazza della Libertà

Le polizia si complimenta con gli studenti in corteo, "giusto sopportare qualche disagio se la manifestazione è civile"

Il corteo degli studenti udinesi è stato scortato dalle forze dell'ordine che hanno plaudito alla disciplina dei manifestanti

La testa del corteo di studenti

Quasi 1500 studenti sono scesi per strada a Udine a manifestare il loro dissenso nei confronti del decreto ministeriale che porta, oltre a significativi cambiamenti nell'esame di stato, anche un taglio di 3,9 miliardi di euro alla formazione. Un corteo estremamente ordinato che ha incontrato il plauso delle forze dell'ordine cittadine rivolto alla condotta degli studenti.

Il plauso della polizia

Una manifestazione pacifica e partecipata, per la quale le forze dell'ordine cittadine si sono complimentate con gli organizzatori del corteo. «Dobbiamo complimentarci con questi ragazzi - ha commentato il sostituto commissario di polizia Claudio Deana a margine della manifestazione - per l'alto senso civico, il rispetto delle regole e per la città che hanno dimostrato. Loro hanno infatti mantenuto decoroso tutto il passaggio e la sede dove si sono trattenuti alla fine, ovvero piazza Libertà, il simbolo della nostra città e il luogo ideale per avere la giusta visibilità. Complimenti ai nostri giovani, è bello sapere che siano così preparati e ben disposti e possiamo solo dire che questa è stata una manifestazione, con numeri al di là di ogni aspettativa, decisamente riuscita perché esprimere il proprio pensiero seguendo le regole è la cosa migliore. Non ci sono stati disagi ed è stata momentaneamente sospesa solo una linea dell'autobus... ma forse ne valeva la pena. Se vengono rispettati i tempi e i modi, tutti possiamo convivere e accettare anche le manifestazioni del nostro e altrui pensiero: in questo modo si crea un equilibrio che funziona».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le polizia si complimenta con gli studenti in corteo, "giusto sopportare qualche disagio se la manifestazione è civile"

UdineToday è in caricamento