menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia Ferroviaria: controlli per contrastare i furti di rame in abito ferroviario

Controllati complessivamente 11 obiettivi tra rottamai, depositi di rame e siti sensibili lungo le linee ferroviarie, identificando 9 persone

La Polizia Ferroviaria della provincia di Udine venerdì è stata impegnata in controlli straordinari, denominati “Operazione Oro Rosso” consistenti in mirati servizi di prevenzione e repressione con particolare riguardo ai depositi per il riciclo dei metalli ferrosi ed il controllo di obiettivi sensibili lungo le linee ferroviarie.

I controlli

Il servizio è stato svolto come da indicazioni impartite dal Servizio di Polizia Ferroviaria al fine di contrastare il fenomeno su scala nazionale dei furti di rame in abito ferroviario. Si mira così a mantenere un elevato standard di sicurezza cercando di contrastare il fenomeno dei furti di rame che interessa le strutture delle Ferrovie dello Stato, le quali subiscono ingenti danni economici oltre ad accusare disservizi legati alla circolazione dei convogli.

I furti

Nella fattispecie, la sottrazione anche parziale di cavi in rame di collegamento determina un black-out ad interi circuiti che alimentano segnali ferroviari, passaggi a livello, scambi e alla stessa linea aerea di contatto. In tale servizio sono stati impiegati 25 operatori Polfer della Sezione Polizia Ferroviaria di Udine e dei Posti Polfer di Cervignano e Tarvisio, che hanno controllato complessivamente 11 obiettivi tra rottamai, depositi di rame e siti sensibili lungo le linee ferroviarie, identificando 9 persone e controllando 2 autocarri, 2 furgoni e 1 autovettura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento