rotate-mobile
Cronaca

La Polizia dichiara guerra agli ubriachi al volante

Scatta il Piano operativo della Questura di Udine contro chi guida dopo aver bevuto: controlli a tappeto, alcool-test e nessuno sconto di pena per i trasgressori

Al via nei prossimi giorni al piano operativo straordinario attuato dalla Questura di Udine e dalla Polstrada per evitare le stragi del sabato sera. Controlli a tappeto dunque che si rendono necessari con l'apertura della stagione turistica e l'aumento del volume del traffico, ma anche una guerra aperta contro chi non rispetta le norme basilari della sicurezza stradale.

L'OPERAZIONE Il piano, coordinato dal Dipartimento di Pubblica sicurezza è volto a contrastare non solo la guida in stato di ebbrezza, ma anche l'assunzione di sostanze psicotrope alla guida. Provvedimenti volti a tutelare i giovani, ma non solo. Dopo le numerose sanzioni nel periodo della Pentecoste per abuso di sostanze alcoliche, anche l'episodio di due giorni fa, che ha visto una 50enne alla guida con un tasso alcolemico di sei volte oltre al limite consentito dalla legge è sintomo è indicativo della necessità di controlli più serrati in materia anche tra gli adulti.  

L'operazione riguarderà anche conducenti di altre tipologie come gli autotrasportatori, i turisti e i pendolari con pene esemplari e nessuno sconto per garantire il più ampio spettro di sicurezza stradale. Dopo un weekend intenso sulle strade, complici anche la Pentecoste austriaca e il ponte del due giugno, nei prossimi giorni sarà attivo il provvedimento che porterà sulle strade gli agenti della Questura di Udine e della Polstrada che effettueranno controlli mirati ai margini delle strade della provincia di Udine.

DOTAZIONI Gli agenti interverranno con etilometri e camper all'interno dei quali un medico della Questura effettuerà precisi esami per la rilevazione di sostanze stupefacenti nel sangue mediante l'utilizzo di tamponi salivari, rapidi ed efficaci per l'identificazione delle droghe nel corpo. Test severi ed efficaci per garantire il rispetto della normativa che prevede il limite di 0.5 grammi per litro di sangue per le sostanze alcoliche mentre per i più giovani ed i neopatentati il limite si attesta a zero. 

Pene severe anche per i conducenti che si rifiutino di sottoporsi ai test e per chiunque non si fermi all'alt - fa sapere la Polstrada di Udine - Questo per evitare non solo di mettere in pericolo la vita di chiunque viaggi sulle nostre strade, ma anche per evitare episodi come quello di due settimane fa a Varmo, quando due giovanissimi hanno perso la vita in seguito ad una fuga all'alt dei Carabinieri. Nell'arco del provvedimento non saranno trascurati poi gli usuali controlli anticrimine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia dichiara guerra agli ubriachi al volante

UdineToday è in caricamento