Policlinico, 200mila euro da fondi aziendali a sostegno dei dipendenti

Dal 14 aprile, in collaborazione con Asufc, il trasferimento dei primi pazienti non Covid-19. In arrivo anche fondi aziendali per sostegno ai dipendenti

Il Policlinico Città di Udine predispone 200mila euro a sostegno del reddito dei propri dipendenti coinvolti dalla Fis. Gli azionisti e l'amministratore delegato, Claudio Riccobon, mettono a disposizione fondi propri per coprire gli stipendi di aprile e maggio.

Attività bloccate

La collaborazione attiva con l'ospedale di Udine, infatti, per cui sono pronti 50 posti letto non Covid-19, non riguarda tutti i dipendenti della struttura. Anche qui le attività sono state in gran parte bloccate a seguito all'ordinanza regionale del 10 marzo scorso, e sono limitate alle sole urgenza. La perdita di fatturato stimata è dell'oltre 70 per cento.

Il Policlinico di Udine mette a disposizione 50 posti letto

Primi ricoveri

I primi ricoveri medici o post chirurgici arriveranno al Policlinico nella giornata di martedì 14 aprile, mentre, come fa sapere la struttura, ci vorrà qualche giorno in più per l'arrivo dei pazienti in Rsa ad alta intensità.

I numeri

I lavoratori interessati dalla Fis sono circa 130 su 270 totali. Come segno di vicinanza ai propri dipendenti in questo momento di difficoltà, l'azienda e l'amministratore delegato, con una decurtazione del proprio stipendio, sosterranno l'integrazione salariale non coperta dal Fis per i mesi di aprile e maggio con una ripartizione per dimensione di reddito per tutelare i lavoratori economicamente più fragili. L’integrazione porta, quindi, la copertura all’85 per cento per chi percepisce un reddito lordo fino a 2 mila euro, al 75 per cento per reddito lordo fino a 3 mila euro e al 65 per cento sopra i 3 mila euro.

Sindacati

L'azione trova il sostegno delle sigle sindacali, che hanno espresso soddisfazione per lo sforzo dell'azienda nel sostenere il reddito dei propri dipendenti, oltre che per l'attenzione dimostra verso le fasce di reddito più basse. La Fis sarà attivata per nove settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ospedale

Policlinico Città di Udine fa sapere, inoltre, che per ora sono tre gli anestesisti che hanno dato la propria disponibilità a lavorare per l'ospedale di Udine. Sulla base della configurazione dell’organico per gestire i nuovi ricoveri in arrivo, le figure professionali che non saranno impiegate nelle limitate attività erogate dal Policlinico in questo periodo potranno, su base volontaria, rendersi disponibili a lavorare temporaneamente nelle strutture dell’Asufc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento