S'infiamma la polemica tra maggioranza e opposizione su parcheggi e centro storico

Da lunedì 18 maggio i parcheggi blu tornano a pagamento e da quando le attività hanno cominciato a riaprire il centro si è riempito di auto risollevando la questione "sosta selvaggia"

Un'immagine di oggi pomeriggio in piazza San Giacomo a Udine

Centro storico chiuso a favore dei bar e stalli blu a pagamento: sono questi gli ultimi terreni di scontro tra maggioranza e opposizione in consiglio comunale a Udine.

«È veramente assurdo che a chiedere la gratuità dei parcheggi sia proprio Enzo Martines, un esponente di quel partito che chiede a gran voce, e giustamente, una mobilità sempre più sostenibile, con il progressivo abbandono dell’auto per gli spostamenti», dichiara il Vicesindaco e Assessore alla mobilità del Comune di Udine Loris Michelini. «Anche volendo sorvolare - prosegue Michelini - sul fatto che nei lunghi anni in cui ha amministrato la città la sinistra non ha mosso un dito per quelle che oggi considera priorità e delle quali ci stiamo occupando noi, andrebbe spiegato al Segretario PD che la decisione della gratuità non è stata dettata, come lui sostiene, dall’intenzione di facilitare gli spostamenti dei cittadini durante l’emergenza dell’epidemia ma, al contrario, dalla necessità di ridurli al massimo. Non capire questo passaggio significa non avere capito nulla di quanto è stato fatto. Senza contare che a creare il caos della sosta selvaggia sarebbe proprio il mantenimento della gratuità e la conseguente difficoltà di trovare uno stallo libero, e non certo il ripristino del pagamento. Ricordo infine al Segretario PD che per nostra iniziativa dalle 18:00 alle 22:00 la sosta nelle strutture cittadine è gratis e che queste sono aperte 24 ore su 24».

La replica

Della stessa opinione l’Assessore alle attività produttive Maurizio Franz. «È ormai evidente che l’opposizione non sa più cosa inventarsi pur di attaccare l’operato dell’Amministrazione. Peccato però che ogni polemica si riveli puntualmente un autogol. Ultima in ordine di tempo, quella sollevata dal Segretario PD Martines che chiede di prolungare la gratuità dei parcheggi, senza considerare che questa decisione rappresenterebbe un danno per gli operatori economici della città, che oggi più che mai hanno bisogno che quanta più gente possibile visiti la città rimettendo in moto il nostro commercio. Mantenere la gratuità degli stalli a raso significherebbe annullare la rotazione delle soste, rendendo di fatto impossibile trovare un parcheggio nelle zone limitrofe e costringendo i visitatori e potenziali consumatori e acquirenti a recarsi fuori dal nostro Comune, magari in un vicino centro commerciale. E non ce lo possiamo permettere”.

Centro città come bar a cielo aperto

«Altro scivolone di questi giorni - aggiunge Franz -, sul quale è bene fare chiarezza, è quello del Consigliere Enrico Bertossi che chiede all’Amministrazione si estendere a tutto il territorio comunale la possibilità di ampliamento degli spazi pubblici destinati a bar e ristoranti, dimostrando così di non avere nemmeno letto la delibera o, peggio, di non averla capita. La deroga vale, come è ovvio che sia, per tutto il nostro Comune. La decisione di chiudere le vie del centro è stata dettata dalla particolare conformazione urbanistica dell’area, con spazi ridotti e vie strette, e dall’alta densità commerciale. Nessun favore al centro, quindi, ma il semplice buon senso di calare nella realtà il provvedimento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Femminicidio nella notte: uccisa una donna di 34 anni

Torna su
UdineToday è in caricamento