Cronaca

Accensione delle luminarie, è polemica per gli "assembramenti"

A lanciare il sasso contro gli assembramenti per l'accensione delle luci natalizie in centro città è il consigliere Cinzia del Torre che ha affidato lo sfogo ai social. Non tarda ad arrivare la risposta di Lorenza Ioan, capogruppo Lega Salvini Premier in Consiglio Comunale che difende il "simbolico" evento

L’opposizione non perde occasione per provare ad attaccare l’amministrazione comunale con accuse boomerang come quelle della consigliera Del Torre che scredita, con un post su Facebook, il successo della simbolica, seppur ristretta per il rispetto delle prescrizioni sanitarie, accensione delle luci natalizie".

Così Lorenza Ioan, capogruppo Lega Salvini Premier in Consiglio Comunale a Udine commenta il post di Facebook del consigliere Cinzia del Torre a margine della cerimonia per l'accensione delle luminarie natalizie che ha avuto luogo nella serata di ieri.

Il consigliere, dopo la cerimonia, ha affidato al social lo sdegno per gli assembramenti creatisi durante l'evento.

del torre-4

"La cerimonia si è svolta nel pieno rispetto delle norme sanitarie, con il distanziamento, la mascherina indossata e la supervisione degli agenti di Polizia Locale, vigili nell’appurare che tutto si svolgesse regolarmente - smentisce Ioan -  Un’accusa becera e  meschina quella di non aver rispetto per i defunti. Insinuazioni inaccettabili e non veritiere. Ricordo alla Consigliera le parole di conforto di Don Nobile che ha evidenziato come il Natale, quelle luci, quel magnifico abete di Piazza Duomo sul quale verranno posti i bigliettini dei bambini, quest’anno non tutti nello stesso momento, sia un augurio di speranza alla comunità intera.

"Quest’anno sarà un Natale, meno formale e più sostanziale. Le luminarie hanno voluto essere simbolo di speranza , quella luce per riscattare il dolore per i cari defunti e confortare coloro che dovranno impegnarsi per superare questo momento - conclude Ioan - Prendo atto però, che si evincono due visioni politiche antitetiche: quella dell’attuale amministrazione, volta a valorizzare la tradizione del Natale nel suo centrale significato, incarnato nella Natalita’ e quello più moderno e alternativo di una passata amministrazione che ricordiamo per aver speso 10.000 € per un albero di Natale fatto di ferro e metallo.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accensione delle luminarie, è polemica per gli "assembramenti"

UdineToday è in caricamento