rotate-mobile
Cronaca Campoformido

Realizzato da friulani il planetario 3D più grande d'Italia

E' stato inaugurato domenica scorsa a Napoli alla Città della Scienza

Nella rinata Città della scienza di Napoli, da domenica 19 marzo, è possibile osservare l'universo senza l'utilizzo di telescopi giganti o tute spaziali. Basterà alzare lo sguardo e al massimo mettersi un paio di occhialini. Ha inaugurato al pubblico il più grande planetario in 3 D d' Italia (un Digistar6 4K con cupola Spitz da 17,5 metri, impianti audio Skysonus  e luci Skylux). Costruito con materiali provenienti dagli Stati Uniti d’America, il progetto è stato realizzato dalla Skypoint Planetariums di Campoformido, azienda specializzata nel settore (lo scorso anno ha installato il planetario di Berlino e ha ora in cantiere quello di Strasburgo). 

“Gli spettatori – ha spiegato a Fanpage Marco Cosmacini, amministratore delegato dell'azienda friulana  - possono guardare la cupola non essendo distratti da alte cose. La cupola, infatti, avvolge tutte le sedute, inclinate a 24,5 gradi, e i 120 posti a sedere”. Il planetario consentirà di immergesi in cieli notturni, scoprire le stelle, indagare la materia oscura, l’evoluzione dell'universo e ammirare galassie, pianeti, costellazioni e sfere celesti. La struttura funzionerà anche come cinema 3D, con film in cui si potrà viaggiare nella storia dei popoli antichi e moderni e scoprire le meraviglie della natura, dell'archeologia e della storia. 

Planetario Napoli Città della Scienza-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realizzato da friulani il planetario 3D più grande d'Italia

UdineToday è in caricamento