Ordina pizza, dolce e vino a domicilio ma non vuole pagarli e aggredisce il fattorino

Brutto episodio capitato ieri a Udine: un uomo ha ordinato la cena a domicilio dalla pizzeria Biffi ma una volta che il driver si è presentato a casa sua, non ha voluto pagare il conto

Sono in tanti, in questo momento, a usufruire del servizio di consegne a domicilio. Su tutti i prodotti, la regina dei cibi ordinati a casa rimane sempre la pizza. Ieri sera, però, un uomo residente a Udine si è fatto portare a casa la cena e all'arrivo del driver si è rifiutato di pagarla.

Il fatto

Ieri sera, martedì 21 aprile, erano circa le 22 quando al Ristorante Pizzeria Biffi di via Poscolle è arrivata una chiamata da un uomo che ha ordinato una pizza margherita, due bottiglie di vino bianco e tre porzioni di pastiera napoletana, per un totale di 60 euro, con scontrino scontato da 52 euro. Preparata la consegna seguendo le prescrizioni per il delivery a rispetto delle norme Covid 19, il fattorino della pizzeria si è recato presso l'abitazione, nella prima periferia udinese: una volta giunto sul posto, il collaboratore si è trovato di fronte il cliente visibilmente alterato che, presa la pizza, si è rifiutato di pagare il conto.

La segnalazione

Spaventato e sconfortato, il fattorino, che si era recato sul posto insieme al titolare della pizzeria, si è ripreso tutto il cibo e prima di rientrare in ristorante si è recato in Questura per segnalare l'accaduto. 

"L’imprenditore Giordano - fa sapere lo studio legale Tutino - intende rendere nota la questione a tutela del momento e dei propri colleghi impegnati in questo delicato e difficilissimo momento, che già di per se non garantisce il pagamento delle sole spese ordinarie".

La paura

Il commento dell’imprenditore Diego Giordano è stato “se avessi trovato di fronte a me una persona con fame e con bisogno gli avrei omaggiato ogni cosa, non di certo il vino, come spesso faccio con tante persone, ma questa è stata una presa in giro che mi ha ulteriormente fatto perdere soldi e tempo”.  I legali stanno valutando se sussistono gli estremi per una denuncia o la richiesta quantomeno di una lettera di scuse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

Torna su
UdineToday è in caricamento