menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I bidoncini dell'umido per le strade di Udine

I bidoncini dell'umido per le strade di Udine

Più passaggi per l'umido e la pulizia delle strade: le richieste dei commercianti per migliorare la raccolta rifiuti

Porta a porta per le utenze non domestiche: oggi si è svolto un incontro tra Comune di Udine, Net e Confcommercio per migliorare il sistema

Si è svolto oggi, lunedì 23 novembre, a Palazzo D’Aronco un incontro chiesto da Confcommercio Udine sulla gestione della raccolta dei rifiuti da parte delle utente non domestiche della città. Presenti, il Sindaco Pietro Fontanini, il Presidente e il Direttore Generale di Net SpA Mario Raggi e Massimo Fuccaro, il Presidente Mandamentale di Confcommercio Udine Giuseppe Pavan accompagnato dal consigliere Andrea Freschi e l’Assessore all’ambiente Silvana Olivotto.
Durante l’incontro si è parlato del calendario della raccolta dei rifiuti presso gli esercizi commerciali cittadini, della possibilità di modificare le giornate della raccolta della carta e dell’indifferenziato, dell’intensificazione di quella dell’umido, della frequenza della pulizia delle strade e della creazione di corsie privilegiate per gli esercenti che decidano di conferire i rifiuti delle proprie attività presso le piazzole ecologiche. È stata inoltre chiesta l’attivazione di un numero verde per eventuali segnalazioni da parte delle aziende.

Massima disponibilità al confronto con gli esercenti e all’introduzione di eventuali correttivi” è stata espressa dal sindaco. “Ad esempio - ha dichiarato il primo cittadino Pietro Fontanini - mi è parsa molto interessante e corretta la proposta di permettere agli esercenti che vogliono smaltire autonomamente i rifiuti della propria attività, di usufruire di una corsia privilegiata per l’accesso alle piazzole ecologiche. A questo proposito farò verificare dagli uffici la possibilità di istituire questo genere di servizio. Ma abbiamo anche evidenziato come l’Amministrazione e la Net siano già all’opera per migliorare alcuni aspetti della gestione dei rifiuti in città, per esempio attraverso la previsione di un nuovo lotto di cestini da posizionare soprattutto nelle periferie e l’assegnazione di un contenitore aggiuntivo ai locali per la gestione del materiale da asporto”.

I commercianti

Anche il Presidente di Confcommercio Pavan ha evidenziato “l’esito positivo dell’incontro, nel quale abbiamo affrontato e risolto alcune situazioni migliorabili che ci sono state segnalate dai nostri associati. Ringrazio il Sindaco e i vertici di Net per essersi dimostrati disponibili al dialogo e aperti alla possibilità di recepire suggerimenti e proposte tesi a rendere il servizio ancora più efficiente”.

La Net

Anche il Presidente della Net Mario Raggi ha evidenziato come l’azienda sia “disponibile non solo a fornire chiarimenti agli utenti ma anche a recepire suggestioni e proposte costruttive. Nello specifico, da un lato abbiamo fatto chiarezza su alcuni punti che evidentemente non erano stati ben compresi dagli esercenti, come quelli relativi alla frequenza della raccolta della carta e dell’indifferenziato, dall’altro abbiamo accolto alcune buone idee che sono state portate al tavolo, per le quali ringrazio Confcommercio, come per esempio la definizione di una corsia preferenziale per le piazzole ecologiche e la creazione di una sezione per le partite iva al nostro centralino”.

Le richieste

L’Assessore Olivotto ha precisato che “alcune richieste, come quella relativa alla frequenza del ritiro dell’umido, che avviene tre volte alla settimana, siano già in vigore. Per le altre siamo sempre disponibili all’ascolto e a fare nostre, dove possibile, le proposte migliorative del servizio”.
Condivido - ha aggiunto Fuccaro - il grande valore aggiunto di tavoli come questo, e ben vengano le proposte di eventuali correttivi che migliorano ulteriormente il sistema appena messo a terra”. Nel dettaglio il direttore ha illustrato quelle che sono le logiche alla base di certe scelte logistiche del sistema “casa per casa” e i meccanismi di calcolo delle nuove tariffe TARI per l’anno 2020. 
Il prossimo appuntamento è fissato per gennaio, per un nuovo punto della situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento