menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pignarui 2012: il Comune richiede la massima attenzione

Le raccomandazioni si concentrano sulla necessità di non usare rifiuti o legni trattati per i fuochi. Nei giorni successivi alla festa i vigili effettueranno dei sopralluoghi, per verificare il corretto spegnimento dei falò

Il Comune di Udine interviene in anticipo sulla questione "pignarui", per bocca dell'assessore alla Qualità della vita Croattini. L'intento è quello di effettuare le raccomandazioni necessarie perchè la festa possa svolgersi nel migliore dei modi possibili, con occhi bene aperti sulle questioni ambiente e sicurezza.

“Il Piano di azione comunale – sottolinea  Croattini – prevede già da anni che gli organizzatori comunichino ai vigili l’ubicazione dei “pignarui” che verranno costruiti e per la cui realizzazione è proibito usare rifiuti e legni trattati, mentre è raccomandato l’uso di legna stagionata. Quest’anno inoltre i vigili effettueranno anche controlli nei giorni successivi per verificare il corretto spegnimento”. Quest'ultima azione allo scopo di evitare che i resti continuino a fumare, covando la combustione sotto le ceneri, per giorni e giorni, come spiegato anche dall’Arpa.

“I fuochi all’aperto - si legge nella nota che l’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente ha inviato a tutti i Comuni - possono continuare ad ardere molto a lungo e con una temperatura della fiamma particolarmente bassa, continuando in questo modo ad emettere sostanze inquinanti in un momento, la parte centrale della notte, nel quale l’atmosfera è prona al ristagno degli inquinanti e il materiale articolato, una volta rilasciato in atmosfera, può persistervi molto a lungo. Con la consapevolezza dell’importanza delle tradizioni – continua l’Arpa – unita alla ferma convinzione di dover tutelare la salute pubblica minimizzando gli impatti delle pressioni antropiche, la Regione ha suggerito di spegnere i fuochi epifanici alla fine delle manifestazioni, allo scopo di eliminare una parte considerevole delle emissioni di materiale articolato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento