menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piero Persello

Piero Persello

Il film del friulano Persello spopola nei festival di cinema mondiali

In occasione della proiezione a Pune, in India, il regista friulano ha addirittura avuto bisogno di una guardia del corpo per reggere il calore del pubblico. Per il momento non sono previste uscite in Italia

Da Majano alla fama mondiale con un prodotto da 15mila euro, che per il settore rappresentano un’inezia. Si tratta di Piero Persello, regista friulano di stanza a Roma. Il suo film - “The Plastic Cardboard Sonata” - realizzato assieme a Enrico Falcone, ha spopolato in diversi festival, tra cui quello di Montreal. A Pune, in India, la coppia di autori ha avuto addirittura bisogno di una guardia del corpo, secondo quanto raccontato da Falcone a Repubblica.it: «Non avrei mai immaginato un'accoglienza così: ci fermavano per strada, ci venivano a salutare e ringraziare a fine proiezione, sale sempre pienissime e grande entusiasmo. A un certo punto un bodyguard ha dovuto prelevarci e infilarci in auto per sfuggire alla calorosa partecipazione degli spettatori».

Come racconta la versione online del quotidiano romano “The Plastic Cardboard Sonata” ha per protagonista un agente immobiliare che per vendere appartamenti in un nuovo quartiere nella periferia nord di Roma ha ingaggiato una serie di figuranti: la mamma con il passeggino, la coppia di giovani innamorati, il signore che porta a spasso il cane. Tutti pronti per un centinaio di euro a impersonare l'inquilino perfetto di un quartiere perfetto. Ma mentre la storia va avanti, si fa strada la sensazione che quella finzione serva più a lui, che ai potenziali acquirenti: l'agente immobiliare stesso vive in questo quartiere anonimo, in una sorta di "One man Truman show" dove tutto è ordinato in una routine sempre uguale, e così asettica da soffocare anche il sentimento che il protagonista sente nascere dentro di sè per la cameriera del ristorante dove cena tutte le sere. Fino a quando, sulla scena così meticolosamente allestita, non iniziano ad apparire le prime crepe.

Per il pubblico italiano al momento non esistono ancora né una data di uscita e nemmeno una partecipazione a un festival. Speriamo che si rimedi presto a questa lacuna, magari partendo proprio da Udine e dal Friuli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scontro sulla Napoleonica, distrutta un'automobile

  • Salute

    Ora a Udine ci si cura dai malanni facendo l'orto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento