Latisana: il Tagliamento è a poco più di un metro dal livello di allarme

Preoccupazione nella località della Bassa, dove la piena del fiume è oltre il livello di allerta e viene data in aumento dal centro operativo della Protezione civile regionale. Smottamenti e strade allagate nella pedemontana

Il Tagliamento durante una piena (foto Euforbio da Flickr)

Preoccupazione forte nella Bassa, con il Tagliamento che scorre minaccioso e tocca quota 7,65. Il livello di allerta, in base ai rilievi delle 17.00 di stasera, è già stato sorpassato e si avvicina pericoloso il livello di allarme di 8,70 metri.

Il fiume ha raggiunto il colmo alla sezione di Braulins alle 7.00, con una portata di circa 3200 metri cubi al secondo.

Ha raggiunto la quota degli 8 metri ntorno alle 18, ma la piena non ha causato danni. Il livello del fiume resta abbondantemente sotto il livello degli argini, di circa tre metri. La situazione è sarà costantemente monitorata per tutta la notte.

Strade allagate a Fanna, Trasaghis, Pulfero e Cave del Predil. Smottamenti sulla provinciale 112 a Grauzaria, frazione di Moggio Udinese, a Clauzetto in località Celante e Dominisia.Sono stati  chiusi i guadi di Murlis e Rauscedo sul fiume Meduna e di Cerneglons sul Malina. Chiusa precauzionalmente la anche la strada provinciale tra Sagrado e Savogna d’Isonzo.

LATISANA: IL VIDEO DELLA PIENA DEL TAGLIAMENTO

Sono al lavoro 264 volontari della Protezione civile di 49 comuni su tutto il territorio regionale, per occuparsi dei monitoraggi e della pulizia strade.

MAREGGIATE E ACQUA ALTA

DIGNANO: LA PIENA DEL TAGLIAMENTO SUL PONTE

Durante la notte i venti di scirocco hanno provocato mareggiate e acqua alta a Lignano e Grado.

DICHIARAZIONI DEL VICEPRESIDENTE

“Sono 264 i volontari della Protezione Civile regionale mobilitati, su tutto il territorio regionale, per monitorare il livello dei corsi d’acqua e per interventi di pulizia delle sedi stradali”, lo ha reso noto il vicepresidente della Regione, Luca Ciriani, che nella giornata di oggi è rimasto in collegamento con la sala operativa di Palmanova ed ha anche incontrato il Direttore Regionale della Protezione Civile, Guglielmo Berlasso, per fare il punto della situazione sul maltempo che ha colpito tutto il Friuli Venezia Giulia. “La situazione meteo – ha concluso Ciriani - dovrebbe migliorare nelle prossime ore, con residui temporali nella fascia orientale della Regione e un vento di Bora che soffierà sulla costa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento