menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiano i poliziotti, scappano e cercano di cancellarsi le impronte digitali

Protagonisti della vicenda due immigrati di nazionalità siriana che hanno cercato di tagliare la corda durante un controllo

Una passeur di cittadinanza ungherese e due migranti irregolari sono stati arrestati oggi dalla Polizia stradale di Amaro dopo un controllo effettuato lungo il tratto autostradale nei pressi del valico di frontiera italo-austriaco di Coccau.

La pattuglia ha fermato una Fiat Bravo, guidata dalla 48enne D.P., arrestata per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. A bordo, anche tre cittadini siriani e un iracheno. Assistiti inizialmente nella struttura della Polizia stradale di Amaro, i migranti sono stati poi accompagnati in commissariato a Tolmezzo per le procedure di identificazione. Proprio durante questa fase due siriani hanno colpito un agente, causandogli lesioni giudicate guaribili in cinque giorni, e si sono dati alla fuga. Inseguiti, sono stati subito rintracciati.

Uno dei due siriani, O.O., di 23 anni, si era consumato volontariamente le impronte digitali tramite sfregamento, ed è stato quindi arrestato per aver alterato parti del corpo per evitare di essersi identificato. L'altro, K.F. - di 25 anni - è finito in manette per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento