menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia il convivente col posacenere per i soldi della "paghetta"

Una 48enne bulgara si sarebbe ribellata in questo modo nei confronti del compagno dopo il rifiuto di darle altri soldi per giocarseli. Ha tentato di denunciare l'uomo per maltrattamenti, ma l'inganno è stato scoperto dai carabinieri

Va dai carabinieri a segnalare di aver subito maltrattamenti da parte del convivente, ma era solo una scusa per allontanarlo di casa, dopo che le aveva negato altri soldi da spendere nel vizio del gioco. La donna, una 48enne bulgara, ha bussato mercoledì sera alla caserma di un paese alle porte di Udine.

Sono stati i militari dell'Arma, coordinati dal pm di turno, a svolgere gli accertamenti dopo il rifiuto della donna di farsi visitare in pronto soccorso, o di farsi accogliere in un centro antiviolenza. Arrivati in casa della coppia, infatti, i militari hanno scoperto l'inganno. A negare ogni maltrattamento da parte dell'uomo anche la figlia della donna, una ragazza di 17 anni nata da una precedente relazione.

PICCHIA LA MOGLIE E FINISCE AI DOMICILIARI IN CANTINA

In verità sarebbe invece accaduto proprio il contrario: era stata la donna, delusa dalla mancata "paghetta", a colpire il convivente con un posacenere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento