menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spezza lo sterno alla compagna perchè è iscritta su Facebook, lei torna a casa da lui

Vicenda surreale in città, con una 30enne vittima delle angherie del suo compagno. La donna è stata dimessa dall'ospedale con 30 giorni di prognosi. L'uomo è stato denunciato d'ufficio per lesioni gravi

Colpita a calci e pugni ripetutamente, fino a farla svenire. La colpa? Essere iscritta a Facebook. L’incredibile vicenda ha avuto luogo a Udine, con un 40enne di origini pugliesi nel ruolo di carnefice, e la sua compagna di 30 anni in quello della vittima. Una volta vista la donna in quelle condizioni l’uomo ha cercato di soccorrerla, evitando però fare l’unica cosa che avesse senso, e cioè chiamare il 118. 

A trovare la donna ferita e con ancora sul corpo i segni delle botte è stata, in seguito a una segnalazione, la Squadra Mobile cittadina la mattina dopo. Gli agenti hanno fatto portare la donna in ospedale, dove è rimasta ricoverata per tre giorni a causa di una frattura allo sterno, dell’infrazione a una costola e di diversi traumi, prima di essere dimessa con una prognosi di 30 giorni per poter guarire. Non ha voluto sporgere denuncia, ed è tornata a casa del compagno. L'uomo è stato comunque denunciato d'ufficio per lesioni aggravate.
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento