menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano neve a Udine: raddoppiati i mezzi rispetto gli anni precedenti

Sarà attivo dal primo dicembre al 30 aprile. I fondi previsti ammontano a 130 mila euro. Per le emergenze è a disposizione della cittadinanza il numero 0432 1273352. Michelini: "In caso di neve faccio un appello alla sensibilità civica di ogni cittadino. Ciascun privato dia il suo contributo pulendo il proprio marciapiede"

Con l'arrivo del freddo e della prima neve che ha imbiancato tutte le principali località sciistiche friulane, anche il Comune di Udine ha pianificato il programma di pronto intervento per contrastare la formazione di ghiaccio su strade e marciapiedi della città. Come ricordato dal sindaco Fontanini "la neve può mandare in tilt i centri urbani non preparatati ad affrontarla". Proprio per questo l'amministrazione ha deciso di mettere in preventivo una somma di tutto rispetto per fronteggiarla, ben 130 mila euro, cifra prevista sommando le indennità per la reperibilità dei mezzi, del personale, i costi per la sicurezza e due interventi completi. Il piano, coordinato dal vicesindaco Michelini e messo a punto dall'ingegnere Cunta della Protezione Civile prevede, non lascerà nulla al caso.

Cosa prevede il piano

L'Ufficio Strade del Comune, reperibile 7 su 7, 24 ore su 24, monitorerà giornalmente le previsioni Osmer e sarà pronto ad intervenire anticipatamente con lo spargimento preventivo del sale nei punti critici dell'area urbana. In caso di precipitazioni nevose le due ditte coinvolte partiranno in contemporanea con 20 mezzi spalaneve e spargisale lungo i 13 principali percorsi individuati su una mappa che è stata distribuita agli attori coinvolti segnalando anche il posizionamento dei "pericolosi" dossi presenti in città.

In caso di neve i 53 chilometri (su 139 km) delle arterie principali saranno subito puliti. Subito dopo, 4 squadre organizzate da 3 cooperative inizieranno a spalare e pulire le aree pubbliche più sensibili (marciapiedi, scalinate, ingressi degli edifici religiosi e degli uffici pubblici). Non saranno trattate, invece, le piste ciclabili.  I costi di intervento si aggirano a 1.500 euro per la pulizia dei soli punti critici, 10 mila euro per gli interventi preventivi di salatura e 30 mila euro per pulizia e spalatura dei circa 380 chilometri totali di strade urbane. I punti sensibili trattati a mano dalle cooperative, invece, ammontano a 150, tra i quali figurano, per la prima volta, anche le scuole primarie e secondarie di primo grado, in passato curate dal solo personale scolastico.

Le emergenze

In caso di difficoltà i privati potranno chiamare il Comune il numero 04321273352. Per far fronte alle richieste straordinarie 2 squadre comunali saranno pronte con 2 ulteriori mezzi dedicati. Inoltre, in caso di necessità, chiunque dovesse avere bisogno di recuperare sale da neve, potrà farlo presso la sede della Protezione Civile dove una quantità di sacchi da 25 kg è stata riservata per i cittadini bisognosi. Michelini ha ricordato che tutta la cittadinanza dovrà - se possibile - farsi carico del proprio fronte-strada, come previsto dall'art. 46 del Regolamento di Polizia Municipale. "In caso di neve - ha spiegato - faccio un appello alla sensibilità civica di ogni cittadino. Ciascun privato dia il suo contributo pulendo il proprio marciapiede. Solo così la città potrà tornare presto alla normalità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento