Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Sospesa la sentenza del Tar sulla caccia, l'attività prosegue

Il Consiglio di Stato ha adottato la decisione. Nel frattempo la vigilanza di Federcaccia si dota di un nuovo mezzo

Il presidente del Consiglio di Stato ha sospeso in via provvisoria l'esecutività della sentenza con la quale nei giorni scorsi il Tar del Friuli Venezia Giulia ha annullato il Piano faunistico, adottato dalla Giunta nel luglio del 2015, nel contempo rinviando la valutazione collegiale alla prima camera di consiglio utile. Sul piano concreto il provvedimento adottato, su una questione che ha fatto discutere parecchio nel mondo venatorio, consente la regolare prosecuzione delle attività da parte dei cacciatori.

NUOVO MEZZO PER FEDERCACCIA. La vigilanza di Federcaccia della sezione provinciale di Udine si è dotata di un nuovo automezzo, un Nissan Terrano allestito per i servizi d’istituto. «Il precedente automezzo era obsoleto e non più adeguato a garantire i servizi  – spiega Salvatore Salerno, coordinatore provinciale del servizio di vigilanza venatoria zoofila –. Si è resa pertanto necessaria la sua sostituzione, avallata dal consiglio direttivo presieduto da Adriano Piccoli». All’acquisto e per l’allestimento del nuovo automezzo hanno contribuito varie imprese: Carrozzeria 2000 di Pozzuolo del Friuli, Fiat Garbino di Terenzano, Carrozzeria Battiston di Fossalta di Portogruaro, Banca Bcc CrediFriuli, Refrion di Flumignano, Officina Della Bianca di Teor. Nel giorno dell’inaugurazione era presente l’assessore  Marco Quai della Provincia di Udine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesa la sentenza del Tar sulla caccia, l'attività prosegue

UdineToday è in caricamento