Pezzo di plastica nell'omogeneizzato di una neonata di Pavia di Udine

Il fatto è stato denunciato dalla mamma della bambina ed è stata aperta un'inchiesta a Milano

Si è accorta dall'espressione stranita della figlia, di 6 mesi, che in quel vasetto di omogeneizzati che la piccola stava mangiando c'era qualcosa che non andava. Solo la prontezza della madre ha evitato che la neonata ingerisse un "corpo estraneo", ossia un pezzetto di meno di un centimetro, probabilmente di materiale plastico, che sarebbe stato mischiato all'interno dell'alimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli sviluppi

La donna, che risiede a Pavia di Udne, ha subito sporto denuncia al Nas dei carabinieri e, dato che l'azienda produttrice ha sede legale nel capoluogo lombardo, gli atti sono stati trasmessi per competenza alla Procura della Repubblica Milano, che ha aperto un'inchiesta. Va precisato che la donna ha dichiarato di aver mischiato l'omogeneizzato ad un altro preparato, ma si è detta sicura che il corpo estraneo fosse all'interno del prodotto comprato. L'omogeneizzato è stato prodotto in Polonia. Le scorte in vendita nel supermercato dove la mamma ha acquistato il prodotto sono state sequestrate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento