Una petizione per rimborsare l'olio di cannabis per uso terapeutico

Attualmente sono comprese nel rimborso medico solo infiorescenze per il decotto, la cui preparazione è lunga e poco efficace

A Udine, durante un convegno organizzato in sala Valduga della Camera di Commercio dalla From Julia-Distribuzione Canapa e dall’Associazione di Tutela Diritti del Malato, è stata illustrata la petizione popolare che la consigliera regionale Simona Liguori ha presentato con il primo firmatario Massimo Tamburlini al presidente del Consiglio Regionale e avente come oggetto la richiesta della rimborsabilità dell'olio di cannabis ad uso terapeutico, ad esempio per la terapia del dolore. Attualmente vengono rimborsate solamente le infiorescenze per il decotto la cui preparazione oltre ad essere laboriosa (la sola cottura richiede 40 minuti) causa l'evaporazione di parte del principio attivo, riducendone l'efficacia. Molti malati utilizzano l'olio ricavando con esso benefici maggiori, ai quali vanno aggiunte la maggior comodità di somministrazione e conservazione. Il costo elevato però mette in difficoltà i pazienti, poichè non sempre dispongono del denaro per continuare l'utilizzo del rimedio più efficace. Durante il Convegno sono state raccolte oltre 100 firme che si aggiungono alle 600 precedentemente raccolte.

Il testo della petizione

I seguenti sottoscrittori,
PREMESSO che il Consiglio regionale ha approvato la legge regionale 2/2013 con la quale il legislatore ha voluto evidenziare la necessità di disciplinare l’uso dei farmaci cannabinoidi per finalità terapeutiche da parte degli operatori del Servizio Sanitario Regionale;
RILEVATO che con delibera n. 1884 del 7 ottobre 2016 la Giunta Regionale ha approvato gli indirizzi applicativi sull’utilizzo dei medicinali a base di cannabinoidi per il trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard (ad esempio terapia del dolore et alia), quando questi ultimi non hanno prodotto gli effetti desiderati, o hanno provocato effetti secondari non tollerabili,
o necessitino di incrementi posologici che potrebbero determinare la comparsa di effetti collaterali;
CONSIDERATO che attualmente vengono rimborsate solamente la forma farmaceutica in cartine per il decotto o la vaporizzazione. Il decotto oltre a essere laborioso (la cottura richiede 40 min), non permette la completa decarbossilazione con incertezza sul reale titolo di THC riducendone l’efficacia e inoltre il decotto è conservabile per un massimo di 4/5 giorni. La vaporizzazione abbisogna di un vaporizzatore del costo di circa 350 euro completamente a carico del paziente;
RITENUTO necessario inserire tra i medicinali rimborsabili a base di cannabinoidi anche l’olio a uso terapeutico con metodica SIFAP 2016 di Bedrocan, FM2, FM1, Pedanios etc. che attualmente, causa l’elevato costo, mette in difficoltà i pazienti costretti a ricorrervi per ottimizzare la cura, chiedono al Consiglio regionale che impegni la Giunta regionale ad adottare gli atti necessari affinché possa essere rimborsabile ai pazienti anche l'olio di cannabis ad uso terapeutico.

cannabis foto 2-2

La petizione può essere firmata anche presso il punto vendita di From Julia, che si trova in via Mantica 7/B Udine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Più di 5mila i truffati dalle manutenzioni antincendio

Torna su
UdineToday è in caricamento