Autista della Saf aggredito: «Lo Stato spinge i cittadini a farsi giustizia da soli»

L'intervento dell'esponente della Lega Nord sul grave episodio che ha visto tre uomini picchiare un dipendente dell'azienda di trasporti locale

«Lo Stato autorizza che ti si faccia male un po'. Basta non esagerare. L'aggravante scatta infatti solo quando le lesioni che subisci superano i 40 giorni di prognosi. Così le aggressioni, come quella all'autista della Saf, dilagano. E spesso non vengono neppure denunciate per paura di ritorsioni». L'amara considerazione è di Mario Pittoni, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale, a commento del pestaggio subito dal conducente di un autobus cittadino. «Gli interventi di depenalizzazione dei reati per tagliare la spesa carceraria – aggiunge Pittoni - stanno producendo i loro effetti, ponendo il Governo di fronte a un bivio: spendere quanto ha risparmiato sulle carcerazioni e con la mancata espulsione di clandestini e finti profughi che delinquono, per la sicurezza; oppure rassegnarsi a che i cittadini comincino a farsi giustizia da soli. Cosa di cui però – conclude Pittoni - chi ci governa dovrà assumersi tutta la responsabilità».

FORZA NUOVA: "BISOGNA RIPULIRE UDINE"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

Torna su
UdineToday è in caricamento