rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Truffa a "Carnia Welcome", Peresson prosciolto

L'accusa era di aver percepito indebitamente il rimborso di spese non sostenute: l'esposto è stato archiviato

Massimo Peresson, presidente del consorzio “Carnia Welcome”, è stato prosciolto dalle accuse a suo carico, che lo vedevano indagato per truffa aggravata ai danni del Consorzio, di cui era già all’epoca presidente. L’esposto presentato contro di lui nel 2013, con l'accusa di aver percepito indebitamente il  rimborso di spese non sostenute, è stato archiviato.

Le accurate indagini della Guardia di Finanza, che per oltre un anno ha esaminato la documentazione contabile del Consorzio, hanno portato ad escludere la sussistenza di elementi di reato a carico di Peresson. Pertanto, il Pubblico Ministero, dott.ssa Letizia Puppa, ha avanzato richiesta di archiviazione del procedimento per infondatezza della notizia di reato, accolta dal GIP, dott. Matteo Carlisi, che ne ha condiviso le conclusioni. 

Del resto, fin dall’inizio gli inquirenti avevano sottolineato “il quadro di scarsa attendibilità delle dichiarazioni accusatorie” 
Le argomentazioni illustrate dal difensore, l’avvocato Maria Rosa Conte, hanno inoltre evidenziato la correttezza dell’operato di Peresson, che si è esposto personalmente per sostenere il Consorzio: ha infatti rinunciato in più occasioni a rimborsi per le spese di trasferta ed alla percezione dei compensi che gli sarebbero spettati quale presidente, fino ad arrivare (addirittura) a prestare fideiussioni personali a favore di “Carnia Welcome”   Peresson, che ha sempre manifestato la propria fiducia nella giustizia, si è detto soddisfatto dell’esito, che gli restituisce la serenità sul suo operato. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa a "Carnia Welcome", Peresson prosciolto

UdineToday è in caricamento