Niente aria condizionata in ospedale, la struttura: «Facendo così gli salviamo la vita»

Il racconto di una paziente ricoverata in pneumologia e le repliche del Santa Maria della Misericordia

Uno dei ventilatori installati nel reparto

«Non c’è l’aria condizionata, dobbiamo arrangiarci con dei ventilatori. Non siamo in una spa, dove si fanno le saune, ma in ospedale». Il racconto è di una degente del padiglione 8 del Santa Maria della Misericordia, una 57enne udinese. La donna, ricoverata da lunedì in pneumologia per una crisi asmatica, lamenta la questione caldo e la mancanza di un sistema di refrigerazione.

L'ospedale

La replica della direzione è chiara: «Facciamo così da sempre. Com’è possibile climatizzare in condizioni di salute del genere, viste le patologie di cui soffrono i ricoverati in quel reparto? Se adottassimo la climatizzazione metteremmo a repentaglio la vita dei ricoverati, e non è di certo questo il nostro mestiere».

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento